Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









sabato 18 marzo 2017

BUON VISO A CATTIVO GIOCO


A volte la vita ci pone di fronte a situazioni difficili, sgradevoli, imbarazzanti … ma non è detto che lo siano davvero, forse le percepiamo come tali, tanto è vero che se riflettiamo abbiamo poi l’occasione di apprendere nuove cose, di arricchire il nostro punto di vista e la nostra esperienza con nuove prospettive … e di conseguenza  nel proseguo ci muoviamo meglio, con più scioltezza.
Nel mio lavoro cerco con tutta la buona volontà di non dare mai tagli finali, di lasciare sempre delle possibilità a me stesso e alle persone che mi sono vicine. Non lo faccio per opportunismo, ma perché so che posso sbagliare e che chiunque può commettere errori nel giudicare l’apparenza delle situazioni. .. la superficie delle cose, l’azione in se e per se senza conoscere il retroscena.
Qualche volta è difficile davvero, soprattutto quando ci sentiamo pesati e giudicati in modo spietato ed ingiusto … quando senti lo sguardo malevolo e di traverso  posarsi senza appello, senza alcuna indulgenza che in fondo non sei una persona cattiva e spregevole, che non stai procurando alcun danno ad alcuno e che stai facendo del tuo meglio, per guadagnarti da vivere, nel rispetto di te stesso e delle persone che capita d’incontrare …  Tuttavia se l’azione che riceviamo è del tutto sgradevole ed inattesa, la migliore risposta non è mai porsi sullo stesso piano con una risposta altrettanto sgradita e fetente, perché il rispetto di noi stessi ci impone di non buttare alle ortiche quanto di buono siamo riusciti a costruire, poco o tanto che sia, merita che sia preservato e protetto con tutte le nostre forze mentali.
La mamma dei cretini è notoriamente sempre incinta … e qualche volta ammetto che mi sono sentito parte di quella famiglia … capita anche di fare lo stupido, ma se poi ci rendiamo conto del nostro errore … bene, allora è un’altra storia davvero.

Nessun commento:

Posta un commento