Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









sabato 28 gennaio 2017

LA PACE COME FENOMENO VIRALE


I fatti di sangue, che siano cronaca nera o politica estera, fanno vendere i giornali e scrivere poemi:-)
Qualcuno cinicamente ha detto questo e studi accreditati lo confermano. 
I mezzi d’informazione catalizzano l’attenzione sul fatto di cronaca cruento, rappresentando colui che lo compie come un mostro disumano, ampliando i sentimenti di orrore e di odio che suscita in coloro che leggono o ascoltano le notizie … in fondo la guerra, qualunque guerra disumanizza il nemico e rende di fatto giustificabile qualunque azione contro di esso, senza pietà alcuna … questo è stato fin dalla notte dei tempi e pare come una maledizione continuare anche oggi.
Nei Vangeli troviamo 
Ma io vi dico:
amate i vostri nemici
e pregate
per quelli che vi perseguitano 
Nell’era di internet e dei social media, è possibile fondare rapporti con il prossimo su una base di buoni sentimenti … così come ci sono i siti che incitano all’odio e alla distruzione …
 Bisogna saper scernere il buono dal cattivo, come le e mail … il 90% è spam, ma il 10% sono cose utili davvero per il nostro lavoro e le relazioni sociali … ed è questo 10% che ci interessa davvero.
Se in un social network e community in rete
 appaiono storie, immagini di persone che appartengono a nazioni che si odiano, esempio israeliani e palestinesi, questi reciprocamente imparano a conoscersi, a capire che anche l’altro ha sentimenti, emozioni, paure e desideri di vivere in Pace … che a nessuno piace la sofferenza, le privazioni, i lutti o provare sentimenti disumanizzanti che spingono alla violenza cieca ed irrazionale
Così qualcuno ha scritto
Gli Istraeliani amano i Palestinesi e che questi si preoccupano del loro benessere
Iraniani non temete nessuno vuole bombardarvi, vi voliamo bene
I Palestinesi e gli iraniani hanno riposto, anche noi vi vogliamo bene e vogliamo vivere in pace con voi …
migliaia di mi piace accompagnano queste affermazioni … e non solo soltanto israeliani, ma anche iraniani, egiziani, tunisini, giordani e così via a sottoscrivere quell’affermazione … e la Pace diventa Virale, coinvolge tantissime persone e finisce per condizionare le scelte dei governanti.
D’accordo non illudiamoci troppo, anche perché c’è sempre chi semina odio e paura con sapiente maestria, ma internet ha anche questo potere … di mettere in contatto tantissime persone di ogni parte del Mondo e allora è possibile che si costruisca la Pace, la volontà di ascolto e di relazione, non dal vertice dei poteri statali, ma dalla base … dal consenso popolare … questa è la vera rivoluzione dei nostri tempi.
Intanto una rivoluzione è stata compiuta da Daniel Barenboim noto direttore di orchestra che accoglie giovani musicisti provenienti dal mondo arabo,  israelita e cristiano, una piccola base per favorire lo sviluppo di un’idea di fratellanza e di condivisione, di comprensione senza cui sarebbe impossibile parlare di vera Pace.

2 commenti:

  1. Ogni volta che ci apprestiamo ad utilizzare internet e i social in genere, dovremmo sempre essere consapevoli del minimo potere che abbiamo tra le mani e saper saper usare questi strumenti con coscienza oltre che razionalità. Allo stesso modo, possiamo veicolare messaggi d pace e di speranza con una parola, un gesto, un post sul nostro blog... perché seppure poco è sempre meglio di nulla... e poi perchè al mondo non esiste solo il Male ma anche il Bene ed è nostro compito contribuire con gentilezza ed educazione diffondere un pò di amore intorno a noi. Piccole gocce che formano l'oceano, disse Madre Teresa di Calcutta.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Ciao Zoé, sempre profonda ed attenta nelle tue considerazioni.

    Diffondere un po' di amore è il regalo migliore che possiamo farci, ci aiuta a uscire dal gretto interesse personale, e ci fa aprire agli altri in una nuova prospettiva luminosa, che nulla teme e tutto percepisce.

    Ricambio l'Abbraccio

    RispondiElimina