Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









domenica 11 dicembre 2016

SAPERSI MUOVERE?


Codici e regole di condotta, in ogni contesto sociale ce ne sono.  Dalla strada al salotto ben frequentato dall'alta società … non puoi ignorarle o sarai fuori dal gioco, negletto ed inviso, perdente ed odiato da chi quelle regole conosce e rispetta … ignorarle per inconsapevolezza non è una scusante e non potrai essere perdonato per questo, anzi sarai doppiamente penalizzato, prima dalle conseguenze del tuo agire e poi dalla messa al bando che ne deriva.
Diogene Sinope viveva in una botte ed il suo Mondo era veramente suo, non possedeva nulla ma almeno era libero di fare quello che più desiderava fare. Uno spirito grande a tal punto da chiedere cortesemente ad Alessandro Magno, in piedi davanti a Lui, di spostarsi un pochino di lato, perché gli faceva ombra e gli copriva la vista del Sole.
Evidentemente si può anche scegliere di fregarsene delle convenzioni. Se ne rese conto anche Alessandro Magno, che ritornando al Palazzo disse " se non fossi Alessandro, vorrei essere Diogene".

D'altro canto vivere in una botte e  come un clochard non è ne agevole ne desiderabile, tanto vale imparare qualche regoletta e sapersi adeguare alle circostanze, quanto basta per vivere dignitosamente e decorosamente ... possibilmente mantenendo il sorriso nel cuore. 

Un problema di coscienza non da poco che molte persone hanno dovuto affrontare in tempi in cui qualcuno si affacciava da un balcone o da una ribalta (Mussolini, Stalin, Hitler ...) e mentre raccontava il suo sogno, rendeva la vita un incubo a molta gente.

 

Nessun commento:

Posta un commento