Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









domenica 31 gennaio 2016

IL SENSO DELL'ALPINISMO

Condizioni di massima difficoltà per una scalata in parete:
1- In Inverno
2- In solitaria
3- Per una via mai provata da altri

L'importante non è andare sulle montagne, ma diventare uomo, più uomo, attraverso le montagne o qualsiasi altra cosa positiva.

La paura è tante cose, anche differenti tra loro. Essenzialmente è uno stato d'animo, non sempre controllabile, che prende l'uomo quando è minacciato da un pericolo contro cui nulla può fare. La consapevolezza di trovarsi totalmente in balia del caso negativo fa paura ed è vera paura, e all'uomo non rimane che subirla con più dignità possibile.
Chi ha coscienza della paura e ne conosce gli effetti ha buone probabilità di vincerla. Spesso potrà persino evitare che si manifesti osservando una preliminare prudenza.

Il coraggio è uno stato d'animo che non può manifestarsi in chi non conosce la paura. Il coraggio è un sentimento che rende l'uomo signore della propria dignità, controllata innanzitutto dalla coscienza, dalla responsabilità, dalla determinazione.
Coraggio è anche volontà civile e responsabile, soprattutto a livello individuale, di non rassegnarsi all'incalzante degenerazione morale.
Coraggio è infine quella buona cosa che consiste nel saper pagare sulla propria pelle i propri errori.

Nell'alpinismo come in qualunque altra esperienza, l'azione ti distrae, ti assorbe completamente, però è il bivacco che ti da poi il senso ed il valore di ciò che stai facendo.

(Tratto da Una Vita così di Walter Bonatti)

Nessun commento:

Posta un commento