Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









sabato 18 luglio 2015

LA FUNTANELLA


Che c'è de mejo de 'na funtanella
a Roma quanno incoccia la calura?
Pare 'na cascatella in miniatura
e t'arilegri solo ner vedella.


L’inizio di un sonetto di Aldo Tomassini  classe 1927 Architetto , poeta romanesco per passione tanto  che Belli e Trilussa sembrano aver scritto una poesia  appena ieri. I suoi versi evidenziati in grasseto, all’inizio e alla fine di questo post,  mi hanno ispirato a scrive queste poche righe.

I Nasoni de Roma … so sempre meno!  Anche se qualcuno le ha contate e pare che siano 2’313 in tutta Roma.

Appena 20 furono collocate per la prima volta nel 1872 e due di quelle venti  sono ancora  presenti  a piazza S. Giovanni della Malva e a piazza in Piscinula a Trastevere.

 Il modello è praticamente rimasto  invariato nel tempo.

Eppure ho l’impressione che  le fontanelle de Roma erano più  numerose assai,  e rigogliose d’acqua … oggi so ridotte de numero e poche vantano un getto d’acqua dei tempi de na vorta …
Spesso me disseto a quella vicino alla Basilica de San Lorenzo fuori le mura,

e che ve devo di …

sarà che lì, dove ho dato l’ultimo saluto a Mamma Mia …  

la fresca acqua de quella funtanella

 pare che me disseti

er corpo ed anche l’Anima mia

Tanto da famme sentì in pace e riconciliato con tutto er Mondo!

Che tra lo sbrilluccichio de quell'archetto

ce pòi vedé spuntà l'arcobbaleno.

1 commento:

  1. si risparmia sullo spreco dell'acqua... invece sulla mondezza abbondiamo

    RispondiElimina