Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









domenica 22 febbraio 2015

MATTO COME UN CAVALLO COCCIUTO COME UN MULO MA GIOIOSO COME UN TORDO


Certe volte si guarda alla propria vita passata e fatti accaduti solo appena qualche anno a dietro e sembrano appartenere ad un’altra epoca, ad un’altra persona!
Tutto passa ammoniva un filosofo: che se si ci immergiamo in un fiume, non ci laviamo mai con la stessa acqua, a dispetto dell’apparente immobilità del fiume. La nostra vita è ben rappresentata da questa allegoria filosofica.
Mi rivedo alle prese con il lavoro interinale, e sempre alla ricerca di altro lavoro coerente con il mio taglio di esperienze maturate in campo amministrativo, contabile e fiscale. Gli snervanti standby, tra un lavoro e l’altro, gli umilianti colloqui e la relatività del tempo con accelerazioni e frenate brusche dello scorrere dei minuti … eternità alternata ad attimi fuggenti ed inafferrabili. Certe volte avrei voluto avere la lampada di Aladino per consultare il Genio ed avere qualche consiglio, ma si sa sbagliando nella vita s’ impara e, nessuno è perfetto. Certi errori sono poi necessari ed inevitabili, ma attraverso di essi si va avanti e si superano le difficoltà.
Oggi che sono preso da un vortice di cose da fare, sorrido ripensando ai disperati tentativi di mantenermi occupato e tonico, frequentando la biblioteca comunale, soprattutto la sua sala dei computer, per trovare altro lavoro dagli annunci su siti specializzati. Da quella frequentazione sono nate amicizie, ho imparato a navigare su internet e poi frequentando la biblioteca ho tratto spunti ed ispirazioni da numerose letture … in pratica se apparentemente perdevo del tempo, in realtà stavo costruendo mattoncino dopo mattoncino una nuova consapevolezza.
Ci sono situazioni che ti tengono legato ad un palo e non puoi farci nulla, poi un giorno quelle funi dolorosamente si sciolgono  ed improvvisamente, senza rendertene conto, subisci un’accelerazione di eventi e di opportunità, proporzionale alla spinta che dai alla tua azione e voglia di fare … ma certe  volte le cose accadono da se, anche se non fai niente affinché accadano e in questo la Vita è sorprendente davvero … ed alimenta sempre la Speranza di non mollare mai.
Bisogna avere la Forza di sembrare irragionevoli e sciocchi: contro tutto e tutti, vivere la propria vita, come si può o si vuole, anche se si fa una scelta che appare una chimera per chi giudica solo superficialmente e senza avere cognizione del tutto quello che rappresenta la tua esperienza di vita. 
Tutto questo genera fiducia nei propri mezzi, voglia di fare, voglia di superare le difficoltà e spinge sempre a rialzarsi dopo le sconfitte, in sostanza: è linfa vitale.  E' rabbia che non consuma, ma che sostiene e aiuta a difenderci.
Certo il rischio è alto! non è escluso che si possa rimanere con un pugno di mosche in mano … ma ci sono cose che rappresentano il fulcro della propria esistenza e che per esse si decida di tracciare una linea invalicabile, lottare e non permettere a nessuno di portarcele via: costi quel che costi!
Abbiamo bisogno di dare un senso alla propria vita.

Nessun commento:

Posta un commento