Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









domenica 2 novembre 2014

IL BERNOCCOLO DEGLI AFFARI


Michele, nome di fantasia, ha il banco di frutta e verdura al mercato del Trionfale.
 Cinquant’anni, condivide l’attività con la moglie e d il figlio, inoltre ha con se un paio di lavoranti stranieri.
Tendenzialmente allegro, salace ed arguto, sferra battute  a raffica e batte la lingua dove il dente duole.
Commerciante fino alle midolla, contratta come un egiziano, allo stremo, e cerca il prezzo per sfinimento della controparte, che pur di non sentirlo più, accetta livelli di prezzo  vicini al costo di acquisto,  quando è fortunato, riducendosi di fatto a fare il passa soldi tra acquirente e fornitore grossista … in pratica un volontario del lavoro, senza scopo di lucro, che campa d’aria e impiega il suo tempo per  risollevare il morale dei banchisti, aggravati da tasse, spese e malumore … questa sarebbe la sorte che ti spetta se dai retta a Michele e a quelli come Lui, che con la scusa che movimenti il denaro …  anche se non guadagni niente … e qualche volta perdi … vendi grandi quantità di merce!!!
Che le cose funzionano così ovviamente ho forti dubbi … e non condividendo profitti con l’acquirente, fai notare che poco ti importa di vendere per vendere … ma che se devi campare qualcosa devi pur guadagnare …
Quando conosci i trucchi per svilire la qualità della tua merce, quando hai fatto l’abitudine alle teatrali battute da “me misero, me tapino che lo Stato mi ruba quasi tutto l’incasso … e agli stranieri non li vede neanche, semmai li agevola … ”  dopo aver ascoltato pazientemente, senza batter ciglio, il canto greco ed il pianto della préfica … assistito allo stracciamento delle vesti , all'auto menata di schiaffi sul viso e connessi graffi scenici (per ravvivare con l’orrido la scena pregna di disperazione) …  ti tocca pure la parte poco gradevole, a dire il vero, del mercante di Venezia … passar per stronzo anche quando non lo sei! Irremovibile nel pretende il tuo prezzo, che equivale alla libra di carne del commerciante,  badate non è la somma  di un lauto e giusto guadagno, ma quello minimo che ti permette di portare la pagnotta a casa, almeno:-)
Questa è la vita … cacca per noi,  ottimo pasto per le mosche!
Sono solo differenti  punti di vista.

Nessun commento:

Posta un commento