Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









martedì 1 ottobre 2013

LA FIDUCIA E' UNA COSA SERIA

E' commovente constatare la fiducia delle persone alle comunicazioni così dette ufficali, o quelle che dovrebbero essere tali.

Una notizia di per se può essere una bufala se non verificata, ma dato che a propinarcela è qualcuno a cui diamo credito, siamo disposti ad accettarla supinamente, senza nemmeno il beneficio del dubbio o porsi in maniera critica.

L'occasione per questa amara costatazione non è stata una notizia sentita al giornale radio, letta su un quotidiano o su fonti ritenute attendibili in internet, ma dal ripetersi di una situazione ogni mattina alla stazione Nomentana di Roma.

Il treno 21723 delle 5,55 proveniente da Fara Sabina e diretto a Fiumicino Aereoporto si presenta ogni mattina, minuto meno minuto più, al binario 4. 
Tutte le mattine! 

Ci sono persone che prendono regolarmete questo treno, come il sottoscritto per Stazione Ostiense, e che sono abituate a non dar credito ne al tabbellone d'ingresso che segnala la sosta del treno al binario 3, ne alle errate segnalazioni a bordo binario ... quello delle 5,55 al binario 3 diretto a Fiumicino e contemporaneamente a bordo binario 4 la segnalazione di un fantomatico treno delle 6,10 diretto a Fiumicino: in pratica ci sono due binari paralleli con la stessa direzione, Fiumicino, a orari sfalzati di un quarto d'ora. 
Nulla di strano! Direte Voi, quello che non torna è che il binario 4 è sempre più affollato del binario 3 ... non perchè la gente è più rilassata e preferisce aspettare il prossimo treno, ma semplicemente perchè sono i pendolari  che sanno che al bianrio 3 non ferma il treno delle 5,55.
 
Al binario 3 la gente, che non sono pendolari, legge le indicazioni sbagliate del cartellone e ci guarda con aria di commiserazione, di chi la sa lunga, un pò perplessi come se fossimo dei sub umani ... nessuno domanda a nessuno ... come al solito qualcuno dal binartio 4 gli fa notare che le indicazioni sono sbagliate, che il treno arriverà solo al binario 4 ... ma quelli fanno finta di non sentire, alpiù indicano la segnaletica ed alzano le spalle, poi se non bastasse arriva anche la conferma alle loro certezze attraverso l'annuncio "sbagliato" all'altoparlante che conferma l'imminente arrivo del treno per Fiumicino al binario 3: allontanarsi dalla linea gialla! 

 Siamo animali o poco più ... esseri labili e facilmente condizionabili ... se il numero dei passeggeri al binario 3 aumenta non c'è verso di farli venire al binario 4 ... il numero fa la forza ... più persone che pensano sbagliato si rafforzano vicendevolmente che loro pensano giusto e che gli altri sono in errore ... se nel gruppo c'è una qualche divisa che in qualche modo richiami quella di un ferroviere, le certezze si rafforzano! Salvo poi affannarsi con bagagli, zaini, borse e quant'altro al sopraggiungere del treno al binario 4.

Ogni santa mattina capita di assistere a questa scenetta ... c'è sempre quello che dal binario 4 fa notare l'errore, e quello che dal binario 3 indica la segnaletica e reagisce indignandosi, sentendosi preso in giro da chi lo vuole aiutare ... l'annuncio all'altoparlante scava solchi profondi tra i due binari ... tra Noi e Voi ... quelli assistiti da certezze inconfutabili, ufficiali e tutti gli altri ... i pazzi, che si sbracciano per far perdere il treno e forse anche l'aereo ... così tanto per vedere che effetto che fà ... deve pensare chi si crede nel giusto! Salvo poi accorgersi allo spuntare dei fanali del treno nella direzione opposta, quella dei pazzi ... che ad aver fiducia di più nelle persone e meno nei comunicati ci si guadagna , almeno non si fa la figura dei pecoroni e non si è costretti a mettere la coda in mezzo alle gambe, arrivando trafilati alla porta del treno, evitando di guardare in faccia la gente:-)

In ogni caso sarebbe desiderabile  che le Ferrovie prendessero un qualche provvedimento per cancellare l'errore, dimostrando una maggiore attenzione alla propria clientela (utenza), considerandoli esseri umani ... non capi di bestiame da trasportare alla meno peggio!
Oltretutto gli stranieri, divertiti, trovano conferme ai numerosi pregiudizi sugli italiani ... senza sapere che si sbagliano di grosso, perché siamo un Popolo dalle mille risorse e soprattutto molto tollerante verso autorità ed organizzazioni neanche degne di una repubblica delle banane.


2 commenti:

  1. "Il numero fa la forza" sta alla base di ogni distinzione tra bianco e nero, giusto e sbagliato, che attuiamo. È inevitabile.
    L'unione fa la forza, specie quella dell'opinione. Anche l'opinione sulle ferrovie dello stato è abbastanza fortificata dai numeri ;)

    Nelle mie esperienze di appiedata ho sentito molti dare consigli alle fermate del tram, autobus, treno, fingendosi esperti pendolari con ignare vittime. Per cui non biasimo chi prende il tabellone per vangelo... più che altro sarebbe gradito che si svegliasse chi di dovere per risolvere la cosa, tra una banana e l'altra.

    RispondiElimina
  2. La solita superficiale trascuratezza e l'incapacità di concepire un servizio in modo professionale.

    RispondiElimina