Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









domenica 7 luglio 2013

E ADESSO ... PUBBLICITA'

Dice il guru dei venditori: se vuoi conquistare  un cliente devi conoscerlo, sapere come la pensa e capire chi è. 
Così mi aggiro per Viterbo e prendo nota di tutto quello che riesco ad osservare. Passando per le viuzze centrali noto molte attività tipiche con un sapore di una volta, e parlando di sapori ogni buchetto di locale può essere, ed è doverosamente un ristorantino di cucina tipica.
Notare la differenza, a Roma lo stesso locale o diventa un'autofficina se è in periferia o una Jeenseria se è al centro ... qui sono più intelligenti e sfruttano la vera ricchezza del posto ossia la Tradizione  ... che a Roma evidentemente possiamo ritrovare nelle vecchie osterie del tempo perduto, quando il Tevere ogni tanto sortiva lemme lemme dal suo lettone, e pigro con uno sbadiglio faceva Bu bu settete ai romani, lasciando il segno negli angoli delle strade, con tanto di targa commemorativa. 
Il primo ristorante visitato a Viterbo è I TRE RE. Se leggerete le recensioni è un coro di " OHH ...MOLTO PITTORESCO" ma ai romani dico " SE MAGNA BENE" ... non si aspetta tanto e la pasta è ben cotta e gustosa, perché la pasta in casa cuoce in pochi minuti, non ha bisogno di essere precotta in attesa dell'ordine di un eventuale cliente ... che poi si sente, anche se il condimento è sublime ... l'effetto è deludente. 
 
Il locale è una bomboniera, molto pulito e ben arredato, con un unico limite che è quello dei piccoli locali ... se dovete dire cose carine alla dolce metà, assicuratevi che non abbia otiti e che ci senta molto bene ... altrimenti aspettatevi l'alzata delle palette dei commensali attorno a Voi ... che daranno un voto ad ogni frase che direte:-) Se poi dite una battuta, o volete raccontare la storia della vostra vita ... non è escluso che qualcuno o qualcuna vi faccia un applauso o commenti prima di uscire o commossa vi stringa la mano ... si il locale è bello, ma l'intimità non è il piatto principale ... e se non siete  una romantica donna Inglese a caccia del Molto Pittoresco ... ma Romani in trasferta, un po' buzzurri e caciaroni ... per Juppiter! datevi un contegno ... e  non cercate di toccare il dipinto con la storia che porti fortuna, e soprattutto non ci provate con la ostessa che è sposata! e il marito è quasi sempre presente. 
Credo di aver detto tutto ... beh dei piatti tipici ... occorre fare esperienza diretta, non si può raccontare ... Dico che  Ne Vale la Pena! Se  avete il braccino corto e il borsellino con la catena ... state tranquilli che non vi occorreranno i sali, dopo, quando arriva il conto.
Se siete degli esibizionisti del firmato, quelli del  capetto e dell'accessorio extra lux ... sappiate che a Viterbo vi sentirete come un pesce nell'acqua ...  girerete con soddisfazione e quando entrerete in un locale sarete riveriti e serviti subito con rispetto ... io so più cacio e pepe per mia natura, ma sono stato servito e riverito ugualmente bene e questo l'ho apprezzato molto! 

1 commento:

  1. oh ! io ci sono stata ai 3 Re !! tanti anni fa...ma mi ricordo bene di questo posto !! sì non ricordo che mangiai ma ricordo che era ottimo. ah Viterbo è una bellissima città, dal punto di vista architettonico...ci andai per quello, per turismo, per curiosità.

    RispondiElimina