Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









venerdì 29 marzo 2013

CIAO COME VA ...




Basta davvero poco, se si lasciano da parte i puntigli, l'ostinazione a non ascoltare, l'alzare muri invalicabili, le affermazioni lapidarie, le sentenze irrevocabili ed inappellabili, il misero orgoglio buono a riempire la bara e a lasciare una scia maleodorante e di disprezzo nei ricordi di chi resta ... se si guarda all'altro come a un povero Cristo, con le sue tribolazioni, pensieri e vita contingente, al di là delle apparenze e delle frasi di circostanza ... transeunte ... oggi ci siamo, domani chissà? Forse  il cuore si alleggerisce di qualche peso, la bocca muta la sua smorfia di delusione e di amarezza, in una di sincera gioia ritrovata ... quella del Padre che ritrova il figliol prodigo, anche se questo amareggia il figlio devoto ... ma poi si riconciliano Tutti in nome di un Bene che rende più del male e della cattiveria inutile.
Ho fatto il passo ... ho smesso d'incolpare gli altri, di brontolare e criticare, di credere che gli unici in errore siano sempre e solo gli altri, ho deposto le pietre della mia arroganza, del mio giudizio, della mia vendetta ... ed ho perdonato ... non pretendo  Miracoli, ma che lo Spirito Santo ci aiuti a comprendere ed a unire anziché dividere per sempre. Voi sapete come stanno le cose, in cuor mio rifarei tutto quanto fatto, pari, pari ... non ho rimpianti e nulla di cui vergognarmi ... e non rinnegherei neanche le cocenti sconfitte o le amare delusioni: chi non le ha avute in vita sua?
Non sto supplicando per avere un qualche vantaggio personale ... sapete quanto le cose materiali,  oltre la misura dello stretto necessario ...  non mi rappresentino, non siano al centro del mio vivere... e degli agi sono abituato ad esserne privo, così della mia Vita non sento un vile attaccamento, non più della Libertà che è il solo metro di giudizio, oltre alla Responsabilità verso chi amiamo, a decretare se valga la pena di continuare a lottare o arrendersi definitivamente.
Non voltatemi le spalle in nome dell'interesse o di altro che più ritenete in cuor vostro prioritario, perché siete in errore, e questo lo sapete fin nel profondo della vostra anima, anche se non  ne siete direttamente  consapevoli. In cuor vostro portereste un peso che alla lunga non sopportereste e che nessun ragionamento per quanto cinico  e realistico potrà renderlo più lieve ed accettabile in vecchiaia, ne l'effimero e piccolo vantaggio materiale vi potrà appagare ... perché prima o poi le menzogne cadono da se, per la loro inconsistenza, e quello che segue è doloroso ed inconsolabile. Se è necessario, opponetevi con tutta la Forza Morale a chi è in errore , svincolato da ogni sentimento e che in qualche modo vi obbliga a scegliere: l'Amore non pone aut aut... non esclude, ma, comprende, abbraccia, accoglie senza pesare quanto si riceve per quanto dato, ma solo pensa a fare il possibile ... poi si vedrà, ed in ogni caso non avrebbe importanza la remunerazione materiale del proprio impegno, già ricompensato in senso Morale dagli effetti che il Bene genera in se.
 Le scelte apparentemente obbligate, sono un comodo mezzo per tacitare temporaneamente la propria coscienza ... ma non durerà!
Gli interessi sono questioni secondarie se raffrontati a quanto s'immola in nome del "sacro santo" effimero diritto di affermare la ragione anziché il Cuore! vittorie di Pirro, che seminano vento e raccolgono tempeste ... nell'esempio si basa l'educazione della discendenza, rompere la maledizione, dell' incomprensione, che travalica le generazioni e fanno marcire già in vita chi dovrà per sua natura morire.
Lo so sono un ingenuo! uno sprovveduto, forse un povero diavolo un po' tocco, uno che a questo Mondo ci sta come i cavoli a merenda ... dite quello che vi pare, qualunque cattiveria, qualunque cosa possa ferire, tagliare, separare, allontanare ... ma questo non basterà  ... non vincerà sul Bene che sempre è alla base dell'esempio pratico e quotidiano di chi ci ha preceduti e cresciuti ... dimostrando che l'Amore è la sola Energia, che sa Avvicinare,   Sanare  e che fa Veramente Bene a chi la dona!  a chi la riceve  e che sarà invogliato a restituirla altrettanto se non di più ... migliorando l'aria che respiriamo, istante dopo istante, senza calcolo, senza astuzia, senza inganno ... ma semplicemente spargendo Bene, anche in cambio di niente ... perché si ottiene molto assai, più di quanto si spererebbe mai... anche se così non fosse, pazienza! per certe cose è meglio esser creditori.
Ora siete Voi l'esempio per Altri!

"Chi ha orecchie per intendere ... ".

1 commento:

  1. Che questa Pasqua, caro Paolo, ti porti tanta serenità e gioia!
    Basi e struchi daa aguna venessiana un fià bagnada ...

    RispondiElimina