Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









sabato 9 febbraio 2013

PENSIERI OZIOSI DI UN OZIOSO

Lasciare o non lasciare la chiave nella serratura, dopo le mandate?
Se avete una chiave a doppia mappa, con due alette tipo l'immagine che segue

cambiatela con una a profilo europeo:-) perché la chiave sopra è facile da aprire, anche se c'è una versione più aggiornata, detta a costanza variabile, che, contrariamente ai modelli precedenti, di “prima generazione”, presenta un livello di sicurezza antifalsificazione, in virtù del numero di codifiche, e quindi di chiavi diverse,  realizzabili: 46.656 nel caso della costanza fissa e ben 2.176.782.336 nel caso della costanza variabile. L’aumento della sicurezza è palese!
Per capire la sottile differenza tra i due modelli, osserviamo il disegno sopra: nel modello a “costanza fissa”, i denti opposti A ed A’ e i denti opposti B e B’ hanno, rispettivamente, la stessa distanza C e C’. Tale caratteristica si ripete in tutte le posizioni.
Nel modello a “costanza variabile”, invece, i denti opposti D e D’ ed E e E’ hanno distanze F ed F’ irregolari e variabili a seconda delle posizioni. Purtroppo comunque, in tutti e due i modelli le due parti di ogni mezza chiave sono simmetriche in senso speculare ( vedi, nel modello a costanza fissa, le zone 1 e 2 ). Ciò è dovuto allo specifico modo di funzionamento delle lastre (gorges o lamelle) delle serrature a doppia mappa, tuttavia ciò costituisce pur sempre una limitazione in questo tipo di chiave.
 
A proposito delle serrature a doppia mappa: alcune persone, alla sera, chiudono la loro porta dando le mandate e lasciando la chiave infilata nella toppa, nella speranza che ciò impedisca ad un malintenzionato di inserire, dall’esterno, una chiave falsa. Al contrario, così facendo si offre allo scassinatore una insperata possibilità di successo. La foto  mostra un sondino di acciaio con una estremità foggiata in modo da agganciare la punta della vostra chiave a doppia mappa, lasciata inserita nella toppa della serratura. 
 Una volta impegnata la chiave si fa ruotare il sondino aprendo la porta con estrema facilità. Come vedete non è necessaria nessuna abilità né grimaldelli speciali; basta procurarsi, lo strumento adatto e confidare negli errori altrui ...  
In conclusione: chiudete la porta con le mandate e togliete la chiave dalla toppa. Eventualmente fate installare un paletto che blocchi la porta dall'interno; semplice economico e sicuro!

9 commenti:

  1. Devo dire che forse un tondino è pure superfluo. Mio figlio ha le chiavi di casa mia, tempo fa era venuto da me, aveva suonato il campanello che io non ho sentito perché ha un suono lieve ed ero anche lontana dalla porta, ha infilato le sue chiavi che hanno fatto cadere le mie per terra ed è tranquillamente entrato. Da allora tolgo sempre le chiavi. Più che il paletto ho comunque fatto installare un antifurto, dal momento che avevo ricevuto visite notturne penetrate dal balcone, nonostante io sia al quarto piano.
    Ma tutta questa tua scienza sulle chiavi "costanti" da dove ti viene? :-)

    RispondiElimina
  2. Ciao Ambra:-)
    ... sai com'è son tempi cupi, arrotondo con un "secondo lavoro" O:-) alla anonima banda bassotti:-))
    curiosando sul web, dovendo cambiare ad un amico una serratura a doppia mappa sopra posizionata su porta, volevo vedere se era possibile risparmiare evitando di sostituire l'intera serratura costo approssimativo di € 120,00 sostituendo il solo kit di lamelle (o gorges) per delle chiavi nuove costo circa € 50,00 ... sostituendo solo le gorges e le chiavi si mantiene la serratura e si risparmia più del 50%:-)
    Sembra che sia possibile, ma non tutte le ferramenta hanno le gorges ... mentre abbondano di serrature:-)

    Buona domenica

    RispondiElimina
  3. Mi hai mandato in tilt definitivamente. Non solo le chiavi a costanza, ma ora anche le gorges:) Ciao e passa una buona domenica.

    RispondiElimina
  4. madò, vado subito a toglierla !!!

    mi però come si riesca ad ottenere delle distanze variabili ed irregolari
    in una struttura metallica fissa...

    RispondiElimina
  5. Dicono che la pillola blu faccia miracoli .... ma dubito che sia un suo effetto riconducibile a questo caso particolare:-)))

    Simpaticissima Nellabrezza
    Buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici che è un effetto collaterale della pillola blu???!
      La medicina sta facendo passi da gigante.

      Elimina
  6. Vabbè che il verbo associato alla chiave, richiama pruriginosi appetiti ... e ci stiamo pure sui miracoli della medicina, ma è meglio non ingenerare false speranze ... se non le farmacie si trasformeranno in ferramenta, dove portare, ops, ringalluzzire la propria chiave, che dopo a sfilarla dalla toppa, ci vorrà tutta la nostra santa comprensione:-D

    Ciao Viola
    buon fine settimana ... capisci a me:-)

    RispondiElimina
  7. Cit. da Ambra:"Ma tutta questa tua scienza sulle chiavi "costanti" da dove ti viene? :-)"
    Forse dal fatto di aver copiato le immagini (coperte dal diritto d'autore, il che è un reato) dal sito www.claudio-ballicu.it
    "Non è tanto grave che copino le mie idee, quanto il fatto che non ne abbiano di loro"

    RispondiElimina