Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









mercoledì 28 novembre 2012

OLTRE OGNI MURO DI ODIO

Non è un caso che il film inizi con un comunicato alla radio. Le notizie non hanno alcun intento di stabilire il vero, ma di raccontare una verità di comodo, come accade in ogni guerra ed in ogni parte del suo fronte: unico scopo è instillare l'odio contro il nemico, e risaltare il valore morale delle proprie ragioni. 
Ombre luminose, dove non sembra esserci alcuna possibilità di crescita nella fede, nel rispetto dell'uomo, al di là della divisa che indossa o della lingua che parla, a poco a poco si rivela una nuova consapevolezza in chi aveva cinicamente smesso di credere e abbracciato l'odio come unica arma di difesa.



4 commenti:

  1. Ogni brama di potere applica questo nauseante criterio, installare l'odio per raggiungere la sopraffazione dell'altro.Non sono riuscita a vedere il film fino in fondo, ma sembra dia un segnale di speranza per un domani di consapevolezza.

    RispondiElimina
  2. A due anni da ground zero e dall'intervento in Afganistan, nell'anno dell'invasione all'Iraq, esce questo film ambientato nella seconda guerra mondiale, ma che sembra voler attutire l'onda di odio e di forte rivincita contro un nemico sentito tanto odioso, ostinato ed inafferrabile. L'America è un leone ferito, che mena zampate alla cieca, che vede nemici in ogni dove, che dovrà fare i conti con Guantanamo e le forti restrinzioni delle libertà personali di intere comunità nei suoi confini ... eppure in quel contesto germoglia un film di questa specie e con un messaggio così universale da sorprendere e lasciare ammutoliti, per la capacità di autocritica che sa prendere le distanze e guardare con gli occhi della coscienza.
    Dopo i recenti avvenimenti in Palestina credo che ci sia molto di attuale, augurandoci che prevalga la capacità nell'uomo di smettere di odiare, ma di comprendere le ragioni che dividono per lavorare unicamente su cosa possa unire e pacificare, in nome di un senso di Giustizia che non è mai prerogativa di una sola parte.

    Ciao Ambra
    Grazie per il tuo
    estemporaneo commento
    Un Abbraccio

    RispondiElimina
  3. grazie per il film, visto volentieri

    RispondiElimina
  4. Ciao Soffio
    I Tuoi Post stimolano al confronto
    Buon fine settimana

    RispondiElimina