Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









venerdì 10 agosto 2012

LA FORMICHETTA INCAZZATA

Che pace, mi sono detto l’altra sera mentre mi sono affacciato dal balcone, rapito da un suggestivo tramonto estivo sui tetti e le terrazze  di Roma.  Gli ultimi raggi del giorno in un cielo azzurro e limpido, nell'aria  stemperata da un leggero venticello , il famoso ponentino, in un silenzio unico ed irripetibile per il resto dell’anno, anche perché la birreria sotto casa è chiusa, e la pace regna assoluta:-) Dio volendo , ancora per qualche giorno.
Nel quartiere non c’è il vuoto assoluto e qualche macchina circola, ma tutto è in tono minore, quasi in punta di piedi, come per non disturbare. Una quiete tanto attesa e assaporata da chi decide di restare a casa nei giorni agostani dell’Assunta.
Un pizzicotto, mi ha da subito distolto da quella particolare situazione di estasi contemplativa. Nessuna zanzara tigre all’orizzonte, non questa volta, ma ...  una formichetta  tutta indaffarata a dimostrarmi quanto fosse arrabbiata. Agitava le antennucce, aprendo e chiudendo le sue piccole mandibole, tanto efficaci a giudicare dal pizzicotto, e muovendosi sul  marmo del davanzale, in su e giù agitandosi, con il culetto all’insù , che pareva volesse cecamme con quel po’ di acido formico in dotazione, decisa a far  ...giustizia.
“Aho … embhè ma che se fa così?” gli e dissi  un po’ arrabbiato, pur comprendendo di aver torto, di averla disturbata nel suo lavoro, ostacolata nel suo tragitto: ma anche personalmente  scocciato per essere stato distolto dalla propria  condizione pigra e senza tempo di chi ha tempo da perdere, senza rammarico alcuno, e con nessuna voglia di sentirsi in colpa, per aver disturbato il lavoro di una formica: e che cavolo, mica sono un indù!
“Va beh che trasporti o meglio trascini una foglia 10 volte il tuo peso, ad occhio e croce, ma non puoi fermarti un attimo anche tu, riprender fiato, dopo aver fatta tanta strada e goderti il tramonto? E poi la notte lavori con il fresco … e che diamine! un po’ di comprensione …  anche io ho diritto di stare quieto e tranquillo,  invece ... vedo te  che te danni tanto , portando chi sa dove una cosa che manco centra nel buco della tua casa. Tanto che comincio a fare delle ipotesi, delle supposizioni  ad immedesimarmi e  cercare delle soluzioni  ... addio Ozio :-) ed al momento "mooolto pittoresco della giornata", che me sento pure stanco a vedè tanto strazio.
 Senti un po’ …  a coso, me rispose Adalgisa,  l’operaia di prima classe del formicaio vattelo a pesca, che pure da qualche parte sta … a parte che tra poco aumenta il vento, e per me diventa ancora più faticoso portà sto peso, ma non è perché so piccoletta tu puoi fa come te pare … ehh io vado pe' fatti miei, nun tò chiesto niente e te giuggiolone sfaticato che non sei artro che me appari come una montagna, collocandoti sul mio percorso che oggi avrò coperto almeno sette volte sette … proprio adesso che è ora de cena, me aspettano l’amiche pe fa quattro chiacchiere e bere qualcosa, magari giocà pure a carte o andà fa quattro salti vicino al grillo canterino … arrivi te e  te frapponi … ed io come faccio? Tu non lo sai ma mi aspettano, davanti all’ingresso del formicaio …
Eh … ciai pure un appuntamento con il formichetto:-)”  "ma fatti aiutare da queste quattro fomrmichine che hai intorno ... invece sembra che te stiano vicino e guardino soltanto ... formiche romane:-) una lavora e le altre  osservano:-) "
 Ma che stai a dì, o vedi che sei ignorante … m' aspettano le colleghe, addette a tagliuzzà la foglia pe farla entrare nel buchetto d’ingresso della nostra casa. Questo è l’ultimo viaggio pe oggi, poi se stacca, anche noi a modo nostro abbiamo i turni de riposo … queste che vedi sono reclute che ho il compito di addestrare, anche da noi non si nasce imparati, ma s'impara rubando con gli occhi da chi è più esperta ... ed io so proprio brava, mica sò come te!
Per cui scansate, se non lo hai capito … tengo premura di arrivare!
E' pure stronza! La voglia di schiacciarla è tanta, che sarebbe un attimo e poi  è risaputo la ragione è sempre dalla parte dei più forti mica di chi è piccoletto e senza peso “ma dove vuoi andà … che te sforzi tanto, ma falla finita … lo vedi quanto sei ridicola e scema?” Sto pe' .. schiacciarla, e pure con gusto sadico, non lo nego … ma poi … pensai che quella diavolaccia sarà caduta cento volte sotto il suo fardello e sempre si è rialzata … forse  ci saranno stati attimi di panico, che manco lei sapeva come fare e dove andare, eppure eccola là … e alla fine  c’è riuscita non solo a trasportare qualcosa che a prima vista ognuno di noi avrebbe declinato senza indugio, accompagnandolo con il gesto dell’ombrello, ma riesce pure a ridurre l’ingombro con l’aiuto delle colleghe, condividendo il lavoro in allegria e soddisfazione.
Così l’ho mandata a quer paese … no, che pensate, non l’ho eliminata anche se per un attimo so stato  invidioso di tanta solerzia e pure scocciato per avermi fatto riflettere  sulle mia “presunta mancanza” di così  tanta virtù, ma non me la sono sentita di farla fuori … sarò quel che sarò,  non lo nego, ma a modo mio non sono  un infame e tengo un  grande core:-)

(Messaggio pubblicitario di tipo autopromozionale secondo l'atto di autorizzazione n. 1215999 rilasciato dalla Direzione Finanza Bilancio e Tributi - Settore Gestione Tributi e Canoni- Ufficio Canone Autorizzatorio CIMP, in base al Decreto Ministeriale del giorno 11 luglio 2012 n. 9116 che regola il pagamento della tassa del volume dell'aria respirabile  da un individuo medio di sana e normale costituzione, per la promozione in ogni forma e mezzo di proprie virtù, purchè non sia in contrasto con le norme di legge, con la morale corrente e le norme del buon costume:-). 

2 commenti:

  1. grassie par aver dà notissie, anca se de formigoe ...
    ;)

    RispondiElimina
  2. Non so se intendevo parlare solo di formiche... Comunque

    gracia par la visita simpatica Mirandolina

    come vedi respiro e vivo ancora:-))
    dunque non ti allarmare, se di tanto intanto mi assento ... a volte assentarsi serve per meglio comprendere, dopo aver riflettuto adeguatamente ... ed è bello ritrovarsi

    RispondiElimina