Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









sabato 14 luglio 2012

APRO UNA PARENTE non nel senso ferale di squartare una consanguinea

Scusate sono sparito senza dare più segni di me, in modo non del tutto garbato, visto che ci frequentiamo, almeno in rete, da diverso tempo, anche da qualche anno. Non ci sono stato ma ho continuato ad esserci, come uno spiritello, ho continuato a leggervi, senza dir nulla, assorbendo semplicemente da voi, e, questo mi ha rallegrato. 
Avevo bisogno di perdermi, di non pensare a niente, di fare il vuoto in me … per ritrovarmi e poi, vi ho riletto per ritrovare il gusto di dire anch’io qualcosa.
Andiamo per ordine: come vi dicevo avevo bisogno di annullare il mio pensiero di essere assorbito in un’occupazione fatua,  che richiedesse un qualche impegno,  in estrema leggerezza .  L'aggressività accumulata, la rabbia e gli istinti belluini, dovevano trovare sfogo per poi riassaporare lo stato di serenità e di quiete dopo la tempesta (non è originale, ma rende l'idea).
Quando ero  giovincello mi piaceva camminare e correre per lungo tempo, oggi non mi va più tanto, anche se non sono ridotto al disarmo, in darsena e il mio scafo deve salpare per diversi mari ... ancora ... almeno spero …:-)
Così in una sera di mezza estate, dopo una giornata di tanto  trambusto per niente … mi sono messo a gironzolare su internet e … no!:-) ... che dite?  … siti pornografici O_O  nooo ... che andate pensando:-) … mi sono imbattuto in Supremacy 1914: un gioco di strategia. Risiko in rete.


Le partite tirano fuori il meglio o il peggio di ognuno di noi … la lotta inasprisce ed acuisce i sensi, la mente è totalmente presa per registrare ogni mutamento di scenario, valuta le sorprese e decide come comportarsi. La giungla dei partecipanti è varia e composita: opportunisti, feroci ed agguerriti combattenti, anche delusi per varie ragioni nella vita reale, pronti a ritagliarsi un proprio angolo di rivincita, di gloria. I più cercano uno svago, uno scacciapensieri, altri sono dei veri fanatici della strategia.
Questo gioco sa accarezzare l’ego di ogni persona … fornendo medaglie e mostrine, gradi e titoli, punteggi e statistiche che rivelano i progressi e i risultati ottenuti.
 Si movimentano truppe, artiglierie, navi aerei e quant’altro … si costruiscono ferrovie, fabbriche, porti … si movimentano merci con scambi tra i partecipanti, si usano risorse che  un dato paese genera, l'abilità personale sta nel saperle mantenere ed incrementare per mezzo di scelte ed iniziative appropriate. Il mercato genera i prezzi , per effetto dell'azione   dalla domanda e dall’offerta dei partecipanti, ma si tratta di denaro fittizio, perchè tutto è ottenibile senza spendere un baiocco di denaro vero. 
 Si stringono alleanze, si dichiara la guerra e non sempre le cose si mettono come si vorrebbe … Ognuno rivela ciò che è, o desidera essere o cerca di non essere … è un gioco di ruolo e non sempre si riesce ad essere gentili e corretti, e gli altri non sono diversi da noi … cercano di esprimere il meglio di se, ma poi il gioco prende la mano e allora son dolori … e la parte oscura emerge, quella egoista, velenosa e egocentrica … in un tripudio di armate distrutte, città messe a fuoco, conta di vittime e  danni provocati … una vera schifezza! Che però sana, fa star bene e ritrovare la quiete:-)
C’è perfino un giornale dove si può scrivere un articoletto e dire quel che si vuole o si sente in un dato momento … però, mi sono accorto che mi mancavate … infatti ho cominciato a scrivere lì, che i partecipanti, la gente più varia, mi ha eletto loro benjamino, ma quando ho visto  spuntarmi i baffetti alla Hittler ho sentito la mancanza del mio Blog … con il suo bel titolo alla De Andrè, antimilitarista convinto, pro pace e progresso civile, così eccome qua:-)
Però se volete provare e scaricarvi anche voi, ecco il sito www.supremacy1914.com e buon divertimento, ma ... non esagerate.
Qualcuno dice, e non ha tutti i torti, che si   corre il rischio di raccogliere virus o malawere, ma il rischio vale la candela e visto il numero dei partecipanti, non sembra più dannoso di altri siti che normalmente si visitano.
Alle signore mi raccomando: non esagerate, perché siete le più accanite. Dietro a nickname macio e sfrizzanti testosterone, ci sono donzellette agguerrite e strategiche, che dove passano non fanno più crescere un filo d’erba … e magari nella vita di tutti i giorni sono colombelle, dolci e gentili .

  Così è la vita se vi pare.

3 commenti:

  1. Avevo notato che eri sparito dalla scena. Di solito si pensa "eh non ha avuto più tempo, troppo preso col lavoro, ecc." Ma tu ci hai abbandonato per un gioco!!!!
    Vabbeh, ben tornato:)
    Andrò a vedere questa ossessione virtuale.

    RispondiElimina
  2. Ohh! Finalmenteeeee!!!!!!!!
    Mi sei mancato, sai?

    Caro Paolo, scusami, già c'è voluto molto tempo perché accettassi il blog con annessi e connessi (PC-Internet-mondo virtuale-amici blogger virtuali ecc.) ... i giochi virtuali noooo!
    No, no, grazie. Ne faccio volentieri a meno.

    Te digo a verità, me piase ciacoar co a zente, me piaze anca zogar coi putei, e me a spasso come na matta quando o fasso, ma zogar par el PC, no grassie.

    Spero di continuare a leggerti qui.
    Comunque, sono proprio contenta di apprendere che stai bene.
    Grazie per aver dato tue notizie.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. ciò, Paoleto, ti zé sparìo da novo par i to novi zoghéti?
    ti te gà desmentegà de noialtri puareti che no zoghémo?
    no no, no va niente bén, vecio mio!
    no se fa cussì coi amici che te vol bén e te ze drìo spetàr ...
    ciò, fate sentir, dai, vecio!
    no tenirne in ansia!
    :)

    (hai bisogno della traduzione?)

    RispondiElimina