Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









mercoledì 16 maggio 2012

IO E LA MIA MACCHINETTA


Che ne direste di un dispositivo che ogni volta che siete nervosi, tendenti al  bigio e alla rabbia, prima ancora che alla furia, vi avverta,  vi riconduca alla necessaria tranquillità,  imponendovi la ragionevolezza e con questa la serenità?
Ehhh! … vi piacerebbe avere un dispositivo del genere, che come un barometro incorporato vi dia indicazioni e non solo, ma  magicamente vi riconduca allo stato di quiete, è tutto quì il vantaggio o chiamatela magia, se preferite:-)
Come il tizio che volle inventare l’elisir per far passare l’emicrania e che inventò la bevanda del secolo e dei secoli a venire, ho  acquistato una piccola utilitaria di seconda mano, inconsapevole delle sue virtù nascoste:  una piccola Saxo 1000 cc, immatricolata  1997, verde scuro, vissuta con qualche scoloritura sul tetto, qualche bozzo sulla fiancata, ma sostanzialmente con un musetto grazioso e di aspetto sbarazzino.
E’ alimentata a GPL oltre che a benzina, naturalmente. E’ stato primo amore da subito, quando mi è apparsa in fotografia, ammiccando sorridente (il musetto della Saxo è gaudente, bisogna ammetterlo), che sembrava dirmi prendimi sono tua, ho viaggiato 200.000 Km, ma, il motore è ancora brillante, vedrai non ti deluderò, di strada ne faremo insieme.
Detto fatto, telefono al suo proprietario, un giornalista simpatico, che elogia le virtù della macchinetta e da buon mezzano combina l’incontro.
Il motore regge bene il minimo, in strada va tranquilla, senza particolari problemi, nonostante si dica che il GPL sia fonte di non pochi grattacapi. Senza esitare concludo l’affare, spendo più di passaggio di proprietà che di valore di acquisto, comunque ci sono da rifare i semiassi e cambiare le pasticche, per renderla più sicura e maneggevole.
La piccola sembra gradire il cambio di piede ed avermi in simpatia, infatti cammina che è una bellezza e mi ricambia con gentilezza. Di solito ci sono problemi con il riduttore GPL, che va pulito periodicamente, dopo una serie di pieni,  semplicemente spurgando lo sporco accumulato dal tappetto sotto il polmone. Occorre fare, periodicamente il settaggio dei parametri di auto adattabilità della centralina che regola il passaggio da GPL a Benzina e viceversa, fare attenzione alle candele, ai loro cavi  ed al filtro dell’aria … piccoli accorgimenti, che fanno sentire la macchinetta amata e considerata, la quale ricambia macinando chilometri senza problemi.
Certo i primi tempi la guida era troppo disinvolta per “una GPL”, così capitava che maltrattandola singhiozzasse a 130 Km/h, poi quando scalavo la marcia,immancabilmente a basse velocità, mi metteva il broncio e offesa si  spegnesse, dovendola riavviare senza perdere mai la testa, per convincerla a darmi retta: una vera mattacchiona. Per non parlare di quando in salita emette fumo, tossisce, perdendo  potenza fino a fermarsi come un ciuco impuntato … facendomi disperare, tra sinfonie di clacson degli altri automobilisti, oltre a lazzi e battute in romanesco.
 Con il tempo ho imparato a conoscerla e soprattutto a rispettare le sue necessità. Mi chiede di non mandarla troppo su di giri, di farla andare a benzina appena avviata, fino a quando il motore non si sia riscaldato un po’, o prima di una salita troppo impegnativa, ed infine, di portarla a GPL e farla andare tranquillamente, senza scossoni e sgassate, senza pretendere troppo in velocità. Dopo un lungo percorso a velocità "sostenuta", sempre nei limiti delle sue possibilità, se nello scalare la marcia e ai semafori tende a spegnersi, basta ricommutarla a benzina per qualche tempo, riportandola poi a GPL, senza avere sucesivamente alcun problema. 
L'impianto , per legge, dispone di tre valvole di sicurezza ... e a volte capita che a macchina ferma si senta un pò di gas ... penso che la piccola soffra un pò di naturale flautolenza, e non mi allarmo più di tanto ... infatti  riparte da ferma, che è una bellezza.
La sicurezza dell'impianto è garantita dalla sua revisione decennale, dispendiosa ma necessaria! Quando si acquista una GPL usata, bisogna fare attenzione alla data di revisione prossima ... per esempio la mia macchinetta dovrà essere sottoposta a nuovo esame tra quattro anni.
 Concludendo, la macchina non ammette che sia nervoso alla guida, ne che abbia troppa fretta o sia distratto e non ascolti le sue richieste; mi impone  un ritmo gaudente, di persona che affronti la vita serenamente, con ottimismo, con passo alpino, cadenzato, lento che arriva ovunque, qualunque sia la distanza. La piccola mi ha insegnato qualcosa senza volerlo, così mi muovo con scioltezza, senza arrabbiarmi mai su strada, ascoltando buona musica e gustandomi tutto quanto mi capiti di osservare in questi magici giorni di primavera, giungendo al lavoro fresco come una rosa, soprattutto in orario e di buon umore.
Ovviamente la macchinetta non fa più i capricci e va che una meraviglia: ormai siamo una coppia più che collaudata.

12 commenti:

  1. Siete la coppia perfetta!
    Le due metà della mela,a quando le giuste nozze?
    Ciao, ciao.

    RispondiElimina
  2. uno che va a metano può solidarizzare

    RispondiElimina
  3. Insomma una macchinetta con un'anima che riesce a intervenire sulla tua di anima. Favolosa!

    RispondiElimina
  4. Una bella simbiosi, insomma...vi capite. Mica poco.

    RispondiElimina
  5. Keiko
    non esageriamo^_^
    fare l'amore con una Saxo, credo che superi qualunque perversione ... perquanto, non credere che non ci abbia pensato ... è così dolce:-)

    RispondiElimina
  6. Soffio
    diciamolo pure che ... siamo dei gasati ... ehy fratello, butta il cinque e batti il palmo, che la strada è nostra, il caro benzina ci fa un baffetto ...

    RispondiElimina
  7. Ambra
    Simbiotica ... anche se a giorni ciclici è un pò stranuccia!!! ma fosse veramente umana trasformata da un sortilegio in macchina??
    Soffio prenoto un ciclo di terapia:-)))

    RispondiElimina
  8. Sandra
    Più che capirci ... impone le sue regole... ed io mi adeguo, ma devo ammettere che è educativa.
    Lo sò penserai che mi è partita "la ciavatta"... (mi sia ammattito) ... e forse non avresti tutti i torti:-))
    E' ora che mi ridia da fare per trovare una compagna in carne ed ossa:-)

    RispondiElimina
  9. capisco il vostro feeling perche' anchio vivo felicemente con la mia panda di 16 anni e non la cambierei con nessunaltra.

    RispondiElimina
  10. Ciao Amalia
    dimostri Buon Senso e Spirito Pratico.

    RispondiElimina
  11. Le macchine sono come le donne...danno il meglio solo a chi sa 'guidarle' con dolcezza e giusti equilibri!;)))

    RispondiElimina
  12. Ciao Nicole
    Alla base di tutto è conoscersi, per capirsi ... il resto viè da sè:-)

    RispondiElimina