Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









mercoledì 21 dicembre 2011

L’ALTRA DIMENSIONE


Prima di raccontarvi la mia storia di Natale permettetemi una necessaria premessa che riguarda la protagonista di questo fatto, avvenuto quando avevo poco meno di dieci anni. Nostra Madre allora era giovane e nel pieno delle sue energie fisiche e psichiche e così si mantenne per molti e molti anni a seguire, sana ed energica. Aveva in sé la tranquillità e la forza che deriva dalla Fede, era in grado di sopportare dolori e sofferenze  senza lamentarsi, senza recriminare, affidandosi completamente con tutta l’anima ed il suo cuore alla volontà della Provvidenza, ripetendo spesso che “nulla capita per caso”. Ricordo le preghiere in latino, la cantilena sussurrata in un sottile filo di voce, lo sguardo assorto e l’espressione serena e rassicurante di nostra Madre. Lo sguardo ridente e pieno di affetto rivolto a ciascuno di noi figli , le faccende domestiche che la impegnavano duramente per tutto il giorno e le attenzioni per farci crescere e salvaguardarci ,come meglio poteva, dalle difficoltà della Vita.
Qualcosa di ancestrale, non del tutto legato alla Fede, le veniva dalla sua giovinezza, per essere cresciuta in Sabina, in un Mondo agricolo pieno di tradizioni,  storie, credenze tramandate di generazione in generazione. Fenomeni naturali spesso  spiegati con citazioni che risalgono alla notte dei tempi, perché ciò che era ritenuto un enigma, doveva essere in qualche modo chiarito, giustificato, caricato di significati impliciti, considerati segni rivelatori, porte attraverso le quale è possibile il transito di  presenze a loro modo buone quasi mai malvagie, al più dispettose .
 Per fare un esempio pratico, guai se nostra Madre sentiva il verso di una civetta durante la notte, e stranamente a Roma qualche volta capita di sentirla. La vedo, con gli occhi della mente, segnarsi con la croce, farsi piccolina, raccolta in preghiera per chiedere al Padreterno di risparmiare la sua famiglia dalla cattiva sorte, o di tenere lontane dalla nostra casa le anime in pena, pregando per loro affinché riposino in pace e nella luce della Misericordia Divina.
Quando ero piccolo, tutto per me era naturale e familiare, nessun timore provavo ad ascoltare queste storie, erano stravaganze di nostra Madre che vivevo con leggerezza, spesso divertendomi a nascondermi  dietro un mobile e fare un improbabile verso di civetta, Lei che fingeva di allarmarsi e di pregare, per poi scovarmi e riempirmi di carezze e di baci … quando non era mio Padre   a scovarmi a suon di ciavattate e fintamente arrabbiato mi minacciava di corvè improbabili.
Ormai mi conoscete, sono un cialtrone niente di più, e spero che un po’ di bene me ne vogliate ugualmente, ma quanto vi racconterò non è frutto della mia fantasia o della voglia di affabulare ad ogni costo, sorprendendovi, ma un fatto veramente accaduto, una notte di tanti anni fa.
Nella quiete del buio, lo ricordo nitidamente come se fosse ieri, sentii  Mamma urlare spaventata e la voce di Papà, svegliato di soprassalto ed allarmato, che cercava di rincuorarla. Tutti accorremmo nella stanza dei nostri Genitori, per capire che cosa era successo. Quella sera mi spaventai, e forse per questo ricordo ancora il giovane viso di Nostra Madre, in un’espressione innaturale e Nostro Padre che non riusciva a comprendere che cosa fosse successo, anche lui perplesso come noi  ed inquieto per l’accaduto. Preparò una tazza di capomilla e con parole rassicuranti la calmò.
Ma che caspita gli era successo? Forse un sogno, sicuramente un incubo … aveva visto qualcosa o qualcuno nell’oscurità? Il giorno dopo tentammo di farla parlare, ma non ci riuscimmo … nostra Madre minimizzò e fu irremovibile ed ostinata nel tacere.
Un giorno dopo tanti anni mi disse di quella sera “  … a fianco al mio lato del letto, ho percepito  una presenza, era seduto sulla poltrona, un uomo di circa cinquant’anni, con un pigiama bianco con righe nere a quadri, che mi osservava … non era una presenza ostile, il suo sguardo mi era famigliare, anche se non lo avevo mai visto prima … era profondamente commosso e triste, poi mi ha salutato con dolcezza, quando mi ha vista sorpresa e spaventata, quasi scusandosi per essermi apparso improvvisamente … svanì nel nulla,  attraversando la stanza. Ho pregato tanto per quell'Anima, sentivo di doverlo fare, anche se non l'ho più rivista”.
Spesso ho ripensato a questa strana storia, anche questa sera che indosso un pigiama bianco con righe nere a quadri, seduto mentre sto bevendo un The, nella stanza dei miei Genitori, che non ci sono più,  e rifletto che questo pigiama, non l’ho comprato io, ne  mi è stato regalato da Mia Madre e credo che non l’abbia mai visto, del resto sono poche sere che lo indosso. Trattengo una lacrima a stento, ricacciandola in dietro, il senso di vuoto è insopportabile, ma poi ripenso al verso improbabile di una civetta che ha la  voce di un bambino scherzoso, rivedo i miei abbracciati, sorridermi, che sento in me una quieta serenità, diffondersi.

BUON NATALE

9 commenti:

  1. Ciao cialtrone, continua così che va bene.

    RispondiElimina
  2. Bella storia davvero (anche se la religione, e soprattutto il suo lato superstizioso, non mi sono mai piaciuti, ma davanti a una bella storia, che importa?).
    Volerti un po' di bene? Sì, direi proprio che te lo meriti! (Non montarti la testa, però... :D)

    RispondiElimina
  3. Soffio,
    come suol dirsi mi hai preso alla lettera:-)

    RispondiElimina
  4. Nick,
    grazie per il merito attribuito
    ora sono un cialtrone Doc ^_^

    RispondiElimina
  5. Ciao Carissimo Paolone. :D

    non sei un cialtrone DOC, ma solo un radioso grandioso amorevole benefico essere interstellare, anche se dimentico di tantissima memoria cosmica....

    Nelle credenze e nelle superstizioni c'è qualcosa di vero..... Spesso ci sono anime che rimangono ancorate vicini a questo nostro piano.... proprio perché NESSUNO e soprattutto la nostra APPARENTE RELIGIONE non ha mai spiegato i sentieri spirituali che l'essere affronta dopo la transazione che da qui chiamiamo MORTE.... Il bello che anche anime buone spesso subiscono la stessa sorte finché dopo tantissimi richiami degli esseri di luce non decidono di ritornare nei pascoli del sacri reami della loro raggiunta luce interiore..... Se solo fossimo più attenti ed anche più audaci a sperimentare la via pratica che conduce nei mondi soprasensibili..... Se solo ascoltassimo le voci di tanti VIAGGIATORI di questo come anche di altri universi.... Se solo capissimo le nostre celate potenzialità che se messe in manifestazione veramente ci farebbero spostare le montagne o ci permetterebbero di volare consapevolmente o coscientemente nei mondi soprasensibili e nello spazio/tempo..... Se solo risvegliassimo la nostra vera coscienza, nessuna paura frenerebbe il nostro immortale cuore a varcare consapevolmente quel sottile velo vibrazionale che ci separa con le altre innumerevoli realtà nella stessa misura con cui la nostra anima e rivestita come una cipolla di diversi gusci energetici.... Gusci che possono essere attivati consapevolmente nella stessa misura con cui andando in palestra o facendo particolari esercizi sveglieremmo qualche musco che per inattività si e pian pian atrofizzando....

    Carissimo Amico mio..... ti dico solo che tutte le religioni di questo mondo sono nate da quella via comune che aiuta i più coraggiosi a varcare la soglia illusoria di questo nostro polare/duale tridimensionale mondo. Prova ad indagare su internet sui casi di premorte, suo voli coscienti extracorporei (OBE) o sui ricordi attraverso l'auto ipnosi regressiva volontaria o prodotta da fuori...... Ti dico solo che la nostra macchina biologica possiede tutti i requisiti per passare a stati di coscienza o di iper coscienza modificata7alterata senza uso di sostanze allucinogene, perché ci sono tecniche possono svegliare certe ghiandole a produrre endorfine …. eccc..

    Ti ricordo che se dico queste cose è perché sono passate per la mia vita pratica, provata così' come ti ricordo che dissi che 14 anni ho avuto certe esperienze dell'essere che vanno oltre questa nostra arroccante coscienza collettiva... Come dissi anche che c'ero anch'io 2000 e passa anni fa e che forse sono uno dei pochi che conosce la vera storia dei TRE GESU' …

    Se ti dicessi che questa nostra religione si basa sulla PASSIONE/CROCIFISSIONE/MORTE E RESUREZIONE di qualcosa che in effetti non è vera, o almeno in parte cosa cambierebbe nel tuo bel cuore se non solo la cieca fede?

    Comunque carissimo amico mio ero passato attratto dal tuo sempre bel cuore anche e soprattutto per AUGURARTI INSIEME AI TUOI IMMENSI AMORI UN SANTO BUON RADIOSO NATALE ...

    Che sia questo il tempo del tanto atteso tempo che passa per ogni SANTO NATALE che attraverso le Sante Stellari Diamantine Divine Spirille, ci permetterà finalmente di vedere il sole di mezzanotte attraverso il nostro stesso celato radioso sole interiore.... Affinché quella divina innata celata e mai nascosta radiosa luce dell'anima possa finalmente mostrarsi fuori con tanto amore e soprattutto con tanta Sentita Percepita Capita Compassionevole Consapevole Cosciente Coscienza Conoscenza INTERIORE.

    RispondiElimina
  6. Raffaele,
    Grazie per tutto quanto mi scrivi, lodevole davvero il tuo impegno oltre che interessante ciò che sottolinei.
    Buone Feste a Te e alla Tua famiglia
    Ps
    Credo che hai tutti i titoli e le capacità per condurre con successo la trasmissione Voyager - ai confini della conoscenza, roberto Giacobbo è avvertito:-)

    Ciao Raf

    RispondiElimina
  7. Se alludi alla premonizione della visione di tua mamma di te cinquantenne, anima sola, comossa e triste, e questo ti fa sentire bene, perché lei allora pregò per te, credici pure!
    Se, invece, non alludi a questo, credici lo stesso perché tua mamma ti è sicuramente vicino e lo sarà sempre, finché tu la ricordi e preghi per lei.
    Tua mamma vive dentro di te.
    Un abbraccio forte

    RispondiElimina
  8. (oggi è il giorno degli errori! il fatto è che ti sto scrivendo dal lavoro in gran fretta)

    errata corrige: commossa

    RispondiElimina
  9. Ciao O_B
    Sensibile
    Amica di blog

    RispondiElimina