Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









venerdì 16 dicembre 2011

AVERE CURA DI SE STESSI


E’ il miglior augurio che si possa fare, dal momento che presuppone Forza e Voglia di Vivere, qualunque siano le circostanze che ci capiti di dover sopportare.
 Non contano i soldi, ne il numero degli amici, ne la fortuna, ne la bellezza e nemmeno l’intelligenza … a pensarci bene c’è solo una cosa che conta davvero: alzarsi e camminare, un passo alla volta, senza correre.
 Non è un caso che con queste parole fu ordinato a Lazzaro di risorgere. Occorre solo questo affinché il miracolo si rinnovi?
 In fondo è ciò che facciamo ogni mattina, senza rendercene conto,  giorno dopo giorno con la convinzione  subcosciente che
" Chi si ferma è perduto" 
Ogni piccola cosa che compiamo per onorare noi stessi,  ogni piccola attenzione che spendiamo  nel  mangiare, nel riposare, nel curare il proprio aspetto, nel pensare, nel saper guardare dentro e fuori di noi, nel saper discernere e decidere; c’è l’essenza della Vita, armonia e serenità, senza le quali c'è  il vuoto e l'insostenibile consapevolezza di essere senza possibilità, totalmente persi nell'inedia, nel nichilismo, senza più rispetto per la propria ed altrui Vita. 

7 commenti:

  1. curarsi vuol dire prendersi cura. un bacione natalizio

    RispondiElimina
  2. Di sicuro ti evita di andare in giro con una Smith & Wesson 29 modello 44 Magnum, che carica cartucce lunghe 41 mm con pallottole da 2 etti e mezzo..

    RispondiElimina
  3. Parole sagge degne di una forte sensibilità come la tua.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Fortuna che c'è chi mi apprezza:-)
    Ciao O_B

    RispondiElimina
  5. Certo che sì!
    E, se mi conosci un po', sai che sono sincera.
    Un bacione

    RispondiElimina