Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









martedì 18 ottobre 2011

"PARLAMI DI TE"

Quando ero piccolo e leggevo Topolino, ero affascinato dal manuale delle giovani marmotte, fonte inesauribile di conoscenza , in qualche modo anticipatore di uno degli aspetti rappresentativi di internet: luogo astratto dove condividere e anche costruire la conoscenza, nell’accezione più ampia.
Ritrovo in internet l’antica esigenza di riunirsi intorno al fuoco e di raccontarsi storie, condividere esperienze, commentare le ultime notizie, o semplicemente facezie … raccontami di Te, lascia che ascolti e mi confronti e possa rispondere per condividere, confutare o aggiungere …in un non luogo dove puoi trovare persone assai diverse per età, estrazione sociale, cultura, sensibilità....
Una straordinaria iniziativa sociale in Brasile ha portato la connessione gratuita proprio dove c’è più bisogno, nelle favelas, per ampliare i confini di quel mondo chiuso nella disperazione e dalla violenza …. Già si cominciano a raccogliere i risultati di persone che intendono evolvere e dare un senso differente alla loro vita, grazie agli stimoli raccolti in internet, piuttosto che nell'ambiente circostante .
Quale esempio meglio di questo, può rappresentare l'opportunità offerta da internet?
La grandezza e specialità di questo mezzo di comunicazione è nell’interattività.
Skype rende la comunicazione totale, ma, prendersi il tempo di scrivere una risposta, quindi di pensare, oppure, scegliere di scrivere di getto, seguendo l'istinto, la spontaneità, con qualche indulgenza allo stile non propriamente dell' Accademia della crusca:-) rappresentano qualcosa di particolare...
Entrare nella comunità dei Blogger e sottoporsi a possibili giudizi o esporre il proprio pensiero rappresenta un passo avanti per l’individuo che lo compie, non da poco, soprattutto se c’è lealtà reciproca, voglia di capire e di confrontarsi ….
E' in dubbio che la vera ricchezza del blog sono i commenti, le occasioni per entrare in contatto ed esprimersi, non solo con frasi di circostanza, ben accette s'intende anche quelle.... ma soprattutto sono modi diversi di analizzare ed affrontare la realtà , in questi termini, rappresentano un valore aggiunto alle proprie considerazioni espresse, più o meno correttamente nel proprio "giardinetto" che è il Blog.
Ma perchè si scrive?
Forse perchè si ha semplicemente voglia di farlo. Perchè allora la forma pubblica e non un'agenda personale? Ognuno può avere le sue motivazioni ... mi piace l'immagine di persone intorno al fuoco, che si scambiano parole, esperienze ... si ritrovano occasionalmente, in un dato luogo, rispettano le regole della convivialità e dell'ospitalità, per poi riprendere ognuno le strade del proprio destino ... magari portando con se qualcosa in più, rispetto al giorno precedente a quell'incontro: fosse anche un semplice sorriso o una frase che fa riflettere, una storia con cui ci siamo in qualche modo confrontati o immedesimati. Forse, sono semplicemente orme lasciate sulla spiaggia, che testimoniano qualcosa di noi, del nostro essere ed esserci ... finchè la marea non le cancellerà:-) 
E Voi, perchè lo fate?

10 commenti:

  1. E' come stare intorno ad un camino tra amici. L'immagine mi piace e mi sembra anche che dia un certo senso alle nostre chiacchierate sul web...

    RispondiElimina
  2. Per stare sempre in compagnia.
    Lo sono sempre stata durante la vita lavorativa...e in pensione mi sentivo persa.

    Sono socievole e mi piace confrontarmi.

    Quanto mi piace l'idea del caminetto che mi dà calore...

    RispondiElimina
  3. E' la possibilità di allargare il cerchio, la conoscenza. Con Sandra ed Erika abbiamo già organizzato due incontri tra blogger ed è stata una cosa incredibile. Quando ho visto per la prima volta Sandra ed Erika le ho riconosciute immediatamente, non tanto per il loro aspetto fisico, quanto per la conoscenza nata scambiandoci visite sui blog alle quali si sono poi aggiunte mail quasi ogni giorno. Siamo diventate amiche. E nei due incontri che abbiamo avuto, abbiamo notato che anche negli altri c'era un entusiasmo incredibile e di nuovo anche con loro il "riconoscersi" e la curiosità per i nuovi e la voglia di includerli.

    RispondiElimina
  4. Proprio per quello che hai così dettagliatamente e molto ben descritto in questo tuo post.
    Tolto Topolino per me: erano altri tempi quelli di quando ero piccolo e non l'ho potuto leggere.

    RispondiElimina
  5. E voi perchè lo fate?

    Paolo hai descritto cosi bene il motivo tu, che aggiungere un qualcosa in più
    non si può almeno per me

    Topolino ne ho letti tanti mai i miei preferiti erano paperino e pippo mi facevano morire e non ti nascondo che oggi mi vado a vedere i video di pippo e topolino.

    L'idea del caminetto è bella!
    Le distanze oggi si sono allungate tra aerei e treni si viaggia in fretta e chi come me viaggia poco è bello , stimolante e mi arricchisce tanto viaggiare in questo mondo strano, affascinante e basta un clic e ti spedisco il mio messaggio e tu se stai al pc in un attimo lo leggi..questa è magia.

    Ciao Paolo adesso ti linko anche perchè ti scopri tanto tempo fa e lasciai anche un commento e ogni tanto venivo a leggerti trovare oggi il tuo commento sul mio post e cliccandoci sopra sono arrivata a te e sono rimasta sorpresa.

    Complimenti per il post ciao.

    RispondiElimina
  6. ciao paolo, avevo scritto un lungo commento ma non lo trovo più, forse ce l'hai ancora? dicevo comunque che io ad esempio scrivo per informare di realtà sconosciute al 99% della gente, non commento mai se non ho qualcosa da dire e condivido l'importanza dei commenti, se non sono però stralci di sillabe lasciate per carineria o per farsi pubblicità.
    paragonare il web al caminetto è triste: si può immaginare tutto per carità, ma quando si è costretti a farlo come devo fare io per sopravvivere al buio che ho intorno da quando ho perso la vista, ecco in questi casi immaginare finte realtà è diabolico.
    io uso molta tecnologia, l'informatica è un importantissimo ausilio per me, mai quanto però l'ausilio vivente che è il mio cane guida, per dire che la rete unisce ma solo virtualmente.
    metto il tuo blog tra quelli che consiglio di leggere dal mio blog, intanto ho capito che sei de roma pure te ;) mi fa piacere: noi romani ci apprezziamo e capiamo di più quando siamo in esilio, a me è successo e non c'è web che me riporta a roma mia caro paolo...
    a presto, cari saluti laura

    RispondiElimina
  7. L'immagine delle persone intorno al fuoco è molto, molto bella. Io probabilmente faccio poco testo: la scrittura è una benedizione-maledizione che mi scorre nel sangue, e non potrei mai fare a meno di scrivere e di voler essere letto, su carta o su internet o tramite messages in a bottle spediti in mare dalla mia isola sperduta o dalla mia zattera alla deriva... Comunque attorno a questo fuoco si sta davvero bene, e vi ho conosciuto molti dei miei attuali migliori amici (cosa che fino a un paio d'anni fa non avrei mai creduto possibile!)

    RispondiElimina
  8. Grazie,
    per la vostra cortese e benevola presenza, dimostrando gradita di amicizia:-)

    RispondiElimina
  9. Paolo ciao c'è posta per te qui su questo link
    Ciao e buonanotte

    http://cantastoriediblogspot-rosy.blogspot.com/

    RispondiElimina