Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









sabato 17 settembre 2011

LETTERA D'ACCOMPAGNAMENTO (al Cv)

Buon giorno
Mi occupo di contabilità dalla fatturazione al bilancio. Ho più di quarant’anni, ma non ho problemi a rapportarmi con persone più giovani, anche eventualmente a dover seguire loro indicazioni (non si finisce mai di imparare e non sono un presuntuoso). Spero di potervi essere in qualche modo utile, se decideste di accogliermi nella vostra struttura, lavorando con serietà e puntualità, ma senza smettere di sorridere di cuore, quando se ne presenti l’occasione, specie se in modo spontaneo e vero. Mi piace lavorare in armonia, reggo lo stress e le sollecitazioni, inevitabili, di determinati periodi, ma preferirei che non fossero troppo prolungati: vorrei vivere per mezzo del lavoro e non esclusivamente per il lavoro.
L'esperienza, vi prego di non pensare chissà che cosa leggendo il Cv, dovrebbe fornirmi, unito al sostegno di chi  mi affiancherà, i mezzi per svolgere bene il lavoro richiesto. Penso che avere una visione ampia consenta di fare bene un incarico particolare.
La mia specializzazione è fare le pulci ai mastrini Clienti e Fornitori, per trovare somme non ancora riscosse o pagate in più (può capitare). So fare anche altro ..eh!:-)
A volte sento molto il senso della responsabilità, e poi sono di natura piuttosto poco loquace e non particolarmente istrionica, timido e un po’ impacciato con le persone che conosco poco; ma mi piace osservare, mi piace la gente e stare in compagnia, sopratutto, cerco di capire e di non fermarmi alle apparenze o alle prime impressioni. Spesso le piccole cose mi dicono molto su chi ho di fronte.
L’esperienza, ossia la somma dei tanti errori fatti in passato, mi ha insegnato la cautela, l’umiltà e la riflessività. Mai assumere pose di “so tutto io”... avete un problema? bene “Io sono l’uomo della Provvidenza”, perciò esigo, pretendo … e più ci si gonfia ,più si sprofonda nella piccineria, e più  si è lontani dalla realtà, inevitabilmente, si va a cozzare contro gli spigoli che ridimensionano le proprie astratte e malsane convinzioni o aspettative, perché nulla è più “difficile di ciò che appare facile”. 
Come noterete dal mio Cv ho lavorato con vari contratti a termine (spesso con società interinali e collaborazioni a progetto, occasionali), ormai è diventata consuetudine diffusa avere un Cv frammentato. Ovviamente questo non vi induca a credere che sia poco affidabile, pronto ad abbandonare la nave appena si urli che c'è una falla nella stiva … tutt’altro, sono metodico, abitudinario e pigro, nella misura media di ogni comune essere vivente, ma forzato dalle circostanze ad accettare i cambiamenti, a dover far buon viso a cattiva sorte e a guadagnarsi il pane dove se ne presenti l’opportunità.
 Unica condizione che mi sono imposto, fin ché mi è possibile, rimanere nel mio campo di attività, ossia nel settore dove ho maturato maggiori esperienze e conoscenze tecniche. 
 Confesso che una volta fui tentato di accettare l’invito di lavorare per un’impresa di pompe funebri, ma sono contento di non averlo fatto, non perché disprezzi questo tipo di lavoro, sia ben chiaro, anzi ammiro e stimo chi lo fa, consapevole di fornire un servizio necessario ed utile, oltre tutto sono per lo più persone simpaticissime e spiritosissime, ovviamente non durante il lavoro:-) ma, perché non era nelle mie corde e potendo ancora scegliere … 
Distinti Saluti
Paolo Falconi

2 commenti:

  1. Che la Fortuna sia con te, caro Amico!
    Un abbraccio

    RispondiElimina