Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









sabato 10 settembre 2011

LA VOCE DEL FIUME

Ormai mi sono affezionato al titolo del blog, anche se a volte la scritta in stampatello  sembra urlare, e il termine che richiama l’essere ostinato, mi fa riflettere.
 Non è un voler essere indomito, ribelle, un Sebastian contrario, un controcorrente … non è sentito in questa accezione, non apparterrebbe alla natura di chi scrive, che riconosce i propri limiti.
 L’ostinazione non sempre è produttiva di buone cose, a volte rivela un orgoglio smisurato che rende odiosi agli occhi altrui, si viene percepiti inflessibili e presuntuosi, genera solitudine ed affanni.
L’ostinazione deve avere un fine ben preciso per dare i suoi frutti e ripagare delle amarezze subite, non deve essere un postulato, un modo di essere per ogni circostanza della propria vita.
Muoversi in direzione ostinata e contraria a qualcosa sentita come un peso insopportabile, qualunque causa e fonte di: disperazione, di perdita di contatto con la realtà, di auto degradazione, di annichilimento, di senso di fallimento, di chiusura, di rimpianto e … chi più ne ha ne metta.
Come il Capitano MacWhirr , uomo di doti non eccelse, almeno apparentemente, affrontare il Tifone, sia quel che sia, dando prova di forza e dominio di se, superando le fantasie e le angosce che stringono il cuore e strozzano la gola di un qualunque uomo, di fronte all’ignoto e al “tutto possibile”.
 Richiamarsi all’insegnamento di Don Milani, con il suo “I CARE”: mi interessa tutto e di più.
Fissare nel proprio cuore il quadro di Chagall “la Passeggiata” che è un vero” inno alla gioia” di vivere, e, crederci.
Riflettere come il Siddharta di Hermann Hesse, e lasciare fiorire il proprio dolore, fino a sentire la voce del fiume e riconoscerla come la voce del genere umano, essere tutt’uno con esso, comprendere, perdonare; e passare una bella e serena giornata a pescare :-)

4 commenti:

  1. un metodo per scoprire parti nascoste, un buon metodo

    RispondiElimina
  2. Saper essere dei buoni incassatori, ed avere la forza di Reagire!

    RispondiElimina
  3. Anch'io mi sono affezionata al titolo del tuo blog che ti sta proprio a pennello: uomo ironico, sensibile, saggio e profondo nello stesso tempo.
    Un caro saluto

    RispondiElimina
  4. O_B apprezzo
    molto il tuo complimento
    perchè viene da una donna
    forte ed intelligente, al tempo stesso
    tenera e delicata.

    RispondiElimina