Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









sabato 20 agosto 2011

PUNTARELLE E QUALCHE DRITTA

Le “puntarelle” esistono solo a Roma, sono un piatto tipicamente e unicamente romano. La puntarella è il germoglio della cicoria, una sorta di ricciolo verde chiaro che si mangia a crudo, in insalata. Non è facile pulire la cicoria e da essa ricavare le «puntarelle», ma nei mercati romani troverai le puntarelle già pronte. Basta solo lavarle, e condirle.
Eccoti la ricetta per una gustosa insalata a base di puntarelle.
Per 6 etti di puntarelle: mezzo bicchiere d’olio vergine d’oliva, 3 spicchi d’aglio, 5 filetti di acciughe dissalate, limone, sale e pepe.
Lava bene le puntarelle e asciugale. Mettile in una insalatiera e prepara la salsetta. Metti nel mortaio gli spicchi d’aglio, i filetti d’acciuga, e qualche goccia di limone. Quando avrai ottenuto una poltiglia, aggiungi l’olio, il sale e il pepe. Unisci il tutto alle puntarelle, e mescola bene.

Degustale con dei filetti di baccalà fritti e scoprirai il Paradiso in Terra ... parola!

Se stai al Rione Regola, dopo le 17,00 lungo via dei Giubbonari, trovi largo dei librari in S.Barbara, ehmbè! penserai ... c'è un locale rinomato, che con 5€ - 10€ puoi gustare filetti di baccalà e contorni poveri della tradizione romana, accompagnati solo e rigorosamente dal cesanese di Olevano Romano ... se dice che quel locale ha quasi cento anni, pensa Trilussa e Petrolini seduti al tavolino come Te oggi, come allora ... intenti a fare la stessa cosa, e se dice che quando il cibo è buono "la pecora non bela", che pure Petrolini, una volta tanto,  rimase ... senza parole.

Visto che si è in zona, magari una puntatina prima a Campo dei Fiori, dal rinomato Forno, che pare abbia qualcosa come 500 anni!! si dice ed è vero, che il Forno de Campo de Fiori forniva la più celebre delle taverniere, Vannozza de' Cataneis ... chiiii?? me dirai, era nientepopodimeno che l'amante di Papa Alessandro VI,  e Madre di Lucrezia e Cesare Borgia!
Persino Beatrice Cenci, il Belli , Gioacchino Rossini e Palazzaschi passarono di qui a comprare il pane ... wahooo!  c'è da perdere la testa ... ops ... vabbè  scusa Beatrice, ogni riferimento è puramente casuale ...

Ps sapete qual'è la morte della pizza bianca appena sfornata? ... sò, serio! niente battute .... fatela aprire in due e mettete della buona e profumata mortadella ... ma attenti che potreste bruciare come Giordano Bruno dal desiderio di mangiarne ancora....  c'è chi giura di aver visto il suo fantasma aggirarsi vicino al forno, con una fetta di mortadella in mano:-)

Nessun commento:

Posta un commento