Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









domenica 8 maggio 2011

PENSIERO DI UN UOMO

Ho visto brindare ed esultare per la morte di un nemico tanto temuto ed odiato. Umanamente è comprensibile, ma non condivisibile e comunque non mi sembra una cosa di cui andar fieri, soprattutto dopo una bella giornata a Roma, dove gente di tutto il Mondo si sono riunite per la Beatificazione di Giovanni Paolo II. Un giorno straordinario, di Pace e di Speranza, per il Messaggio di Amore che da sempre il Grande Papa si è fatto Messaggero: "Non Abbiate Paura, Aprite le porte a Cristo".
Come sulle montagne russe, il giorno dopo abbiamo vissuto l'orrore dell'uccisione di un Nemico tanto temuto ed Odiato ... per poi scoprire che era solo un vecchio, malato ... la copia sbiadita del leone di un tempo ...
Questo ho pensato da subito prima come uomo e poi come cristiano, e non posso nascondere di aver provato solo che vergogna per quei brindisi e per l'eccessiva esultanza, più vicina alla mentalità di Roma Caput Mundi (morte di Annibale, Giugurta, Vercingetorige etc etc ...), che a Paesi che orgogliosamente si appellano Civili e Democratici.

2 commenti:

  1. Siamo infusi di incoerenza: qualcuno s'è sentito un Giusto, perchè Caino è stato giustiziato.
    Io ho altre idee di correttezza e giustizia.. ed anche di pietà.
    E lo dico da atea convinta.

    RispondiElimina
  2. Cara Saamaya
    ci sono Valori Naturali dell'essere Umano, che sono Universalmente riconoscibili e che vanno oltre ogni Credo o Ideologia o Cultura o Civiltà ... quando inavvertitamente se ne prende distanza, rischiamo poco a poco a scendere in abbissi di orrore e di olocausti ... per poi un giorno domandarsi: ma come è potuto succedere tutto questo?

    Immagino e condivido le Tue idee.

    RispondiElimina