Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









mercoledì 11 maggio 2011

ONORARE IL PADRE E LA MADRE

Iniziare una causa per successione, con molta probabilità significherà iniziare un periodo lungo e tetro, fatto di arrabbiature, di ripicche, di odio reciproco e senza sconti, mentre gli avvocati si garantiranno una rendita da prolungare quanto più possibile … e sarà salata, assai amara in tutti i sensi, che alla fine avremo da perdere tutti quanti … molto di più che i quattrini … anche se non navighiamo certo nell’oro.
L’Unità della Famiglia, nonostante le incomprensioni passate, va salvaguardata, questo è stato sempre il Volere dei Nostri Genitori, e abbiamo tutto da guadagnare, nel rispettarla: per non vivere in solitudine, nel risentimento e nell’odio gli anni che verranno.
Vorrei che si riuscisse a parlare con calma, tra noi, e   a trovare, insieme, la soluzione del “problema”, cercando di mediare le varie posizioni e necessità. Cercando di dimenticare il passato con un atteggiamento di disponibilità e di apertura reciproca. Vorrei che un atto di onestà non sia severamente punito, perché le scappatoie a suo tempo per ovviare tutto questo c’erano, ma non furono prese per Rispetto, e perché siamo tutti uguali agli occhi dei nostri Genitori …  “dita di una stessa mano” … senza pesare sul bilancino quanto bene o quanto male ognuno di noi possa contenere … senza dubitare … senza nascondersi dietro un dito.
Se ne può uscire solo impegnandoci tutti assieme, perché l’alternativa è l’astio, è lo scontro, è il risentimento che di certo saranno veleno per i nostri cuori e le nostre anime, e renderanno i giorni futuri, pesanti come il piombo, difficili anche per chi ci vive accanto.
Dobbiamo fare tutto il possibile per evitare tutto questo e per Onorare come si deve la Memoria dei Nostri Amati Genitori.

Nessun commento:

Posta un commento