Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









venerdì 18 marzo 2011

NOTTURNO

La parola tangente viene da tangere cioè toccare. L'idea intuitiva di una retta tangente a una curva è quella di una retta che "tocca" la curva senza "tagliarla" o "secarla" (immaginando la curva come se fosse un oggetto fisico non penetrabile).
A pensarci bene nel corso di una Vita quante persone ci passano accanto, e qualcuna magari arriva a condividere un brevissimo tratto con noi, senza essere una retta secante. Scherzi del destino, magari ti ritrovi, una sera, non so per quale meccanismo della memoria a ricordare un particolare di una giornata, di poche ore, o semplicemente minuti, trascorsi rapidamente, parlando piacevolmente con una persona , che probabilmente non rivedremo mai più, per il resto della nostra Vita, anche se di questo  non si può mai esser certi ...  magari a distanza di anni, chissà per quale misteriosa, alchimia, la mente rievoca quel particolare evento, lasciandoti una scia di allegria.

4 commenti:

  1. Bello questo post! Respiro di sollievo, perché appena letto "Tangente" ho pensato che fosse qualcosa di politico - tipo corruzione - invece è una riflessione intima e nel contempo filosofica.
    Incontri, momenti e memoria, strane alchimie per l'appunto.
    Ciao Paolo, buona giornata,
    Lara

    RispondiElimina
  2. No, per carità:-)
    dopo la bella tregua di ieri ... che ci siamo commossi un pò Tutti quanti, dimenticandoci seppur per poche ore ... politica, problemi e disastri ...
    momenti e memoria, in una luce positiva, spontanea e, per magia, una piacevole ed inaspettata conseguenza : l'allegria

    Ciao Lara:-))

    RispondiElimina
  3. Bello davvero questo post! Complimenti! Spero di essere una tua "tangente" virtuale

    RispondiElimina
  4. Certo che Si:-))
    Un saluto
    a te Luce

    RispondiElimina