Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









mercoledì 2 marzo 2011

IL CONTRATTO, GENTE di TALENTO


Tre candidati per un contratto di lavoro a tempo indeterminato, si cimentano, durante una settimana di stage, presso l’azienda che sta effettuando la selezione, e durante la trasmissione, condotta con taglio di servizio dalla brava Sabrina Nobile, ex delle iene.
Il Format risulta ricco di contenuti e per questo una fonte di validi messaggi per chi si deve orientare nel mondo del lavoro. Non risulta ansiogena, per il taglio intelligente della trasmissione, gradevole per lo stile garbato, colloquiale della conduttrice e degli esperti.
I candidati sono scelti non necessariamente in base alla loro capacità di “bucare lo schermo”, fin ora sono risultate persone da caratteristiche telegeniche comuni.
I tre candidati hanno modo di mettersi in gioco mostrando le loro potenzialità professionali e umane; sono assistiti da un “allenatore” … che di volta in volta dispensa consigli o fa emergere le qualità di ognuno attraverso dei “giochi motivazionali e di ruolo”, vere e proprie occasioni di apprendimento .
In studio commentano tre esperti in campo di risorse umane: un cacciatore di teste, un professore di diritto del lavoro e una psicologa; fornendo dei validi feed back ai partecipanti, ma soprattutto delle opportunità di riflessione per chi osserva da casa.
La trasmissione rappresenta un valido palcoscenico anche per l’azienda che effettua la selezione, un’ occasione per mostrare i propri prodotti o servizi, i valori fondanti, le persone che già vi operano, gli ambienti e, anche se di passaggio, le località dove sono situate. Partecipa alla trasmissione uno o più referenti dell’azienda, che avrà il compito, al termine di un percorso settimanale, di fare il colloquio finale e la scelta del candidato più idoneo alle caratteristiche ed esigenze dell’azienda.
Per ora, alla terza puntata, conducono le donne tre a zero, e questo la dice lunga sulla loro intraprendenza, sulla loro determinazione, capacità di convincere, serietà professionale.
Non c’è una caratteristica vincente in assoluto, anche perché di volta in volta cambiano le posizioni lavorative e di conseguenze le capacità tecniche e umane per quel ruolo.
Illuminante, nella seconda puntata, è stata la valenza della cena di lavoro con i futuri colleghi, situazione informale, dove i candidati sono stati valutati osservando i loro comportamenti a tavola. Nel rito conviviale sono valutate: la capacità di ascolto, il grado di apertura e la disponibilità a mettersi in gioco, sollecitati di volta in volta con delle opportune provocazioni . .. e molto altro, per coloro che sono chiamati ad osservare senza darlo a vedere.
Un Reality – Show Educativo, fondato su Valori che rappresentano la voglia di fare di chi cerca lavoro e di chi l’offre, non lontani dal Vero (quando c'è la volontà di assumere)... ci si augura che la linea scelta sia rimarcata anche in futuro.

2 commenti:

  1. Ho visto la prima puntata dope c'erano tre laureati che vennero selezionati sulla base di cene e di test. Tutta la fatica di decine e decine di esami all'università = 0; l'aziende chiedo disponibilità e accettazione, spesso si tratta di lavori che può fare un semplice diplomato e vengono selezionati laureati. La trasmissione dà l'illusione che puoi farcela se ti adegui, ma i posti di lavoro non crescono di certo.
    Per la prima puntata ho inserito qualche commento sul mio blog, vi passo il link, saluti.
    http://www.lacrisi2009.com/2011/02/il-contratto-reality-sulla.html

    RispondiElimina
  2. Che devo dire:

    il Mondo è Bello perchè è vario ...

    e ognuno è libero di pensarla come crede ...
    diciamo che la mia e la sua valutazione sono piuttosto antitetiche... e come si dice in questi casi:

    la verità probabilmente sta nella via di mezzo.

    Saluti

    RispondiElimina