Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









venerdì 21 gennaio 2011

TIFONE di Joseph Conrad

Incipit

«Il capitano MacWhirr del piroscafo Nan-Shan aveva, quanto all’aspetto esteriore, una fisionomia che era lo specchio fedele del suo animo: non presentava marcate caratteristiche di fermezza o di ottusità; anzi non ne presentava di alcun genere; era semplicemente comune, insignificante, impassibile.»
Trama in poche righe del testo
«Di tempeste ne aveva incontrate, naturalmente. Era stato bagnato fino all’osso, sbattuto, travagliato… Ma non aveva mai intravisto la forza incommensurabile e la collera smodata, la collera che passa e si esaurisce senza mai placarsi – la collera e la furia del mare irritato. Egli sapeva che ciò esiste, come sappiamo che esiste il delitto e l’odio; ne aveva udito parlare come un pacifico cittadino sente di battaglie, carestie, inondazioni, senza che ne conosca il significato… Il capitano MacWhirr aveva navigato sulla distesa degli oceani cosí come tanti uomini scivolano sugli anni dell’esistenza per scendere dolcemente in una placida tomba…»

La descrizione che Conrad fa del tifone che investe il piroscafo Nan-Shan e il suo equipaggio, impressiona per davvero. Descrive la Tempesta e lascia molto all’immaginazione, quella che alimenta la paura. A Conrad interessa parlare dell’uomo, di come la furia della natura obbliga l’uomo a fare i conti con se stesso, con le proprie più intime verità. Svela tutte le energie fisiche e morali.
Il capitano Mac Whirr è Un uomo mediocre e silenzioso, completamente privo di immaginazione e addirittura in alcune circostanze ridicolo, ma davanti alla prova più difficile è capace di controllarsi, di dominarsi, di rimanere calmo anche se a tratti sbigottito dagli eventi e dalla forza del mare. Quello che più colpisce di questo racconto è la solitudine dell’uomo che diventa forza non tristezza.

Nessun commento:

Posta un commento