Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









venerdì 2 luglio 2010

UNIONISTI O SECCESSIONISTI?

A 150 anni dall'Unità d'Italia si discute di federalismo e la Lega non nasconde desideri di seccessione. In realtà l'Italia non è mai stata Unita, ma una parte ha tenuto "sotto schiaffo" un'altra parte,volutamente, e tacciando i derubati per briganti .
Invece di pensare a dividerci perchè non facciamo come i tedeschi e cominciamo a fare un'unificazione, federale o non federale, ma che sia vera delle due parti...che ci guadagneremmo tutti di più?
Soprattutto basta con gli interventi straordinari al Sud.
Quando lo Stato investe, e si spera che lo faccia a ragion veduta, fa il suo dovere ordinario...non c'è nulla di straordinario in questo!
Pino Aprile "Terroni"
Il Sud non se la passava poi tanto male e comunque non stava peggio del Nord nel 1861, anzi il Regno delle due Sicilie era meno indebitato ed aveva maggiori disponibilità del Regno di Sardegna, una possente flotta commerciale che sopperiva alle carenze stradali e ferroviarie...
tutto questo viene detto dall'Autore evidenziando scelte che portarono al lento ed inesorabile depauperamento del Sud per volontà e necessità del Nord.
Mi trova particolarmente d'accordo quando afferma che l'Italia pur nelle sue meravigliose differenze è BELLA UNITA.

Nessun commento:

Posta un commento