Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









venerdì 30 luglio 2010

QUEL SOLDATO GIAPPONESE DISPERSO SULL' ISOLA



Come si sarà sentito l'ultimo soldato giapponese, Yokoi Shoichi,  diperso per trent'anni su un'isola del Pacifico e che aveva vissuto in un ininterrotto stato di guerra, quando gli dissero, una volta recuperato e riportato alla Vita "normale" in Pace, che tutto era terminato?

Credo di poterlo intuire.

Sollevato per aver posto termine ad una sofferenza sopportata per tanto tempo. Triste per tutto quello che avrebbe potuto essere e non è stato.

Sento e vedo mia Sorella e mio Fratello: scopro che sono essenzialmente delle brave persone. Sento di volergli molto bene anche se qualche volta ancora, e me ne vergogno, basta una parola non detta, un atteggiamento o uno sguardo per far ricadere quel vecchio soldato nel suo incubo di notti bianche, in attesa di assalti di nemici immaginati crudeli e senza scrupoli, così maledettamente reali nella sua mente di cocciuto, orgoglioso ed irriducibile fesso... quale sono stato.
Qualche volta... sempre meno, ringraziando il cielo.
Con il passar degli anni... s'impara a vivere, scegliendo la leggerezza, provando semplicemente tenerezza e voglia di abbracciare, senza secondi fini, riconoscendo negli altri il Tuo stesso desiderio di essere Amato semplicemente per quello che sei.

7 commenti:

  1. Perdona e sarai perdonato.
    Abbraccia e sarai abbracciato.
    Ama e sarai amato per quello che sei, sempre.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Ciao O_B
    Pensa invece a quanto sono Straordinarie le persone che Perdonano pur non perdonate, Abbracciano pur non abbracciate e Amano anche se non ricambiate...
    a quanto dobbiamo al loro Amore Incondizionato e Sincero...perchè il vero male che mina ogni tipo di rapporto sono le Bugie,la Falsità, il Tornaconto, la Malizia sciocca e la Cattiveria gratuita.

    RispondiElimina
  3. ... persone talmente straordinarie da non essere comuni esseri mortali, ma santi!

    Il male è ovunque, purtroppo, al lavoro, nella famiglia, nei rapporti coniugali, in quelli amicali, nella Chiesa, nella società in cui viviamo e di cui facciamo parte.
    A noi l'arduo compito di non lasciarsi corrompere!

    RispondiElimina
  4. Dai perfino un cagnolino riesce ad esprimerlo...non occorre la santità...e comunque è assai comune...è l'Amore di ogni Genitore nei confronti dei figli...o l'Amore di persone talmente speciali... da sembrarci indifese e anormali...invece è Amore.
    Non si chiede quanto mi rendi o mi dai allora avrai...
    Odia le Bugie e condivide con Te il Bene e il Male...Ti parla non per angustiarti o per confonderti...non mette contro, non prova piacere nel farti soffrire...tutto questo con Amore centra poco o niente, specie se costantemente ti vengono elencate le tue mancanze, le tue assenze i tuoi errori...oppure il tuo affetto viene svilito in debolezza e stupidità...con la parola Amore centra poco...

    RispondiElimina
  5. Scusami O_B
    seguivo il filo di un mio pensiero... e mi sono fatto prendere la mano:-)

    RispondiElimina
  6. E perché mai devi scusarti, Paolo?
    Hai liberamente espresso il tuo pensiero!
    Mi riferivo ai santi quando pensavo al perdono e agli abbracci non ricambiati.
    In amore è vero, spesso si ama senza essere riamati e non mi riferisco all'amore di un animale o di un minorato, ma anche a quello tra un uomo e una donna. SIGH!
    Forse ci sono stati degli equivoci perché il mio primo commento non era generico, ma indirizzato a te.

    RispondiElimina
  7. Ognuno legge quello che crede o vuole far credere...
    il Mondo è bello perchè vario e dipinto di mille colori

    RispondiElimina