Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









lunedì 4 gennaio 2010

AUSTERITY

Nel 1973 ci furono le prime domeniche senza auto.
Per noi ragazzini fu la possibilità di girare in bici senza problemi e la gente riscoprì una città a misura d'uomo.
Nel 1976 Celentano si domandava ma se c'è la crisi, dov'è? Corsi e ricorsi sembra una domanda ancora valida...:-))

4 commenti:

  1. Ricordo anch'io il periodo dell'austerity: per noi ragazzi una buona opportunità di appropriarci delle strade in tutta sicurezza. Ho un pò di nostalgia di quei momenti...

    "Cambiano i governi, nienti cambia lassù..." dice tutto.
    A proposito di crisi... ieri i turisti della montagna si sono fatti 60 chilometri di coda per il rientro da Cortina all'autostrada...Grossa crisi!!! :))

    RispondiElimina
  2. Ma quale crisi....ieri a Venezia non poteva camminare e gli alberghi di Abano Terme traboccano di vacanzieri quasi tutti italiani...grossissima crisi?

    RispondiElimina
  3. Angelo Azzurro e Sara
    ...è il caso di spolverare il vecchio ma mai tramontato detto napoletano
    "Chiagnere e Fottere"...
    pur trovandosi in una posizione positiva (non c'è alcun dubbio...ehhh), continua a lamentarsi:-)
    Baci, baci

    RispondiElimina
  4. ora la crisi c'e' davvero e non solo economica, io ho una terribile nostalgia dell'austerity

    RispondiElimina