Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









venerdì 25 dicembre 2009

NON PROFIT

La solidarietà si può fare ovunque e con chiunque. Non occorre molto, basta essere una Persona umana, dotata di una normale coscienza. Basta un po’ di attenzione verso un vicino, o un qualunque passante in strada di cui ci accorgiamo che ha effettivo bisogno di aiuto. Basta una parola o ancor meno un semplice sorriso, non occorre molto per dare qualcosa di noi senza aspettarsi nulla in cambio … è la legge dell’Amore quello con la A maiuscola.
Queste parole non sono state pronunciate da nessun personaggio famoso o dotato di grande genio, no! sono semplici parole dettate dal cuore di chi giornalmente si dedica a fare qualcosa per gli altri, e che ho memorizzato ascoltandoli e cercando di capire che cosa volessero dire semplicemente.

Uno di loro che presta volontariato in Africa ha detto:
“colpisce quanto sia tutto così diverso … qui, dove c’è tutto, la gente è sempre arrabbiata, chiusa in se stessa, avara di sorrisi, sempre di fretta; lì, che non c’è nulla, si soffre, si muore, si sopravvive a fatica e nella disperazione, la gente ha la forza di sorridere, ti comunica gioia e gratitudine a non finire”.

Ma quale è la vera ricchezza di una collettività? quella che misuriamo con il Pil (Prodotto interno Lordo) ed intanto aumentano i consumi di cocaina, la prostituzione, la corruzione, l’avidità, lo sfruttamento, il depauperamento dell’ambiente, il desiderio di possedere beni materiali; e di pari passo: il vuoto morale, la perdita di valori, la solitudine, il malessere, la perdita della capacità di socializzare, il cinismo, l’egoismo, il tornaconto, il considerare di rispetto chi ha conquistato il benessere senza più distinguere il modo giusto da quello sbagliato. Fare i “soldi”, sembra la sola cosa che veramente conta sopra tutto … Eppure due terzi dell’umanità vive con meno di due dollari al giorno, tra mille difficoltà. La loro vera ricchezza è nella solidarietà, nella compattezza del tessuto sociale, nella coesione che permette loro di andare avanti sempre e comunque. Lo si intuisce anche solo osservando gli immigrati giunti nel nostro Paese, colpisce quanto siano Comunità prima ancora che singoli Individui.

6 commenti:

  1. ciao Paolino.... un Buon Natale, di quelli che intendiamo noi !

    RispondiElimina
  2. " Ha smesso di piangere
    il Cielo questa notte
    e le nuvole son bianche stamattina,
    oggi è il giorno del sole:
    domani è un dono incartato sotto l'albero"
    Augurissimi Paolo,
    per giorni sgombri di nuvole e notti rischiarate da milioni di stelle.

    RispondiElimina
  3. auguri di buone feste a te e al tuo gattone rubacuori.

    RispondiElimina
  4. BB
    Vado sulla fiducia
    e accetto il Tuo augurio:-)

    RispondiElimina
  5. Grazie Sara,
    che bella immagine...
    Ricontracambio.

    RispondiElimina
  6. Signora in Rosso,
    grazie per gli auguri
    anche da parte di Alen Ciceron:-)

    RispondiElimina