Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









domenica 13 dicembre 2009

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO .... NO... DELLA LIBERTA'

Dopo 40 anni e sei processi, abbiamo una Verità Storica su Piazza Fontana, ma non la Giustizia e ... semmai la conferma evidente, se ancora ci fosse un dubbio alcuno, che LA LEGGE NON E' UGUALE PER TUTTI: che certe ECCEZIONI come il Segreto di Stato, sono più importanti della Democrazia o meglio delle Garanzie a Tutela di Essa .... in nome della Libertà .... perchè allora non si diceva apertamente, ma si sapeva che si era in guerra ... due ideologie si confrontavano i nero clericali e i rossi ... questi ultimi non dovevano prevalere a costo di fare patti con belzebù.
Questa semplicazione non tiene conto delle necessità di cambiamento di una società che è passata in pochi decenni da un'economia rurale ad un'economia industriale. Le spinte per una maggior partecipazione alle decisioni dal basso in azienda, le richieste di miglioramenti salariali e salvaguardia in genere del lavoratore... l'esigenza di non sottostare al becero capitalismo e di avere un atteggiamento critico al consumismo, spingono molti tra studenti e operai, a partecipare a manifestazioni di piazza, a vivere attivamente la politica .... ad ascoltare quella parte della sinistra italiana che sposava queste necessità ... tutto questo non era ben visto da una certa parte della società reazionaria, e probabilmente in certi ambienti internazionali, temendo il peggio ... reaggì . La piazza divenne luogo di scontro e non di discussione ....i toni e gli animi degli opposti schieramenti ideologici andarono via via chiudendosi e contrapponendosi sempre più ...ed alimentò il periodo della tensione e dell'eversione di destra e di sinistra.
Mal comune mezzo gaudio, neanche gli Usa, a distanza di tanti anni sono riusciti a stabilire una verità sui Kennedy ... quello che si avverte e sconcerta è che il Mondo è governato da pochi ... non i Capi di Stato e Politici .... ma un gruppo di manovratori nell'ombra ... sempre è stato e così sarà per sempre .... Dio esiste ... Loro sono Dio!!
E' insito nell'uomo questo vizietto ... perfino in un piccolo condominio c'è un gruppetto di persone che si sente meno uguale a tutti gli altri .... e in grado di decidere per tutti gli altri.
Ora capisco il significato delle Piramidi, costruite nella notte dei tempi ... sono tombe ma soprattutto simboleggiano l'ordine delle cose... non è un caso se le loggie massoniche si richiamano anche all'antico Egitto. Ma, ogni generalizzazione ha i suoi limiti... non tiene conto di tutti coloro che, uomini dello Stato, si sono opposti, anche a prezzo della loro vita, e si sono mossi nel rispetto delle leggi democratiche ed in difesa dei principi fondamentali della Costituzione ... è grazie a queste persone che continuiamo a credere nella Giustizia e nei Valori della Democrazia.

12 commenti:

  1. Sempre è stato e sempre sarà...qui in terra, carissimo Paolo!

    RispondiElimina
  2. Ciao Paolo: ho freddo. Tanto.

    RispondiElimina
  3. Già, Cara Stella
    ma guai a rassegnarsi:-)

    RispondiElimina
  4. Marina
    sti argomenti fanno
    venì freddo O:-)

    Però in effetti giornata fredda è....
    La Roma sta sera ci riscalderà...
    ciao Gioia
    Smach

    RispondiElimina
  5. Stella Gaiarda...

    Un Bacione

    RispondiElimina
  6. Importante è non gettare la spugna, neppure quando si è all'angolo...mai!

    RispondiElimina
  7. Mai... e poi Mai...
    ...ci si oppone ognuno come può e come deve!
    Dolcissina Sara

    Una gragnuola di baci e bacietti

    RispondiElimina
  8. Il riferimento al condominio...mamma come è vero!
    Guarda è un'ottima analisi...ma credo che cambiare le cose sia davvero arduo. Ognuno nel proprio piccolo dovrebbe imparare a dare nel rispetto il proprio contributo.

    RispondiElimina
  9. Già, mai arrendersi! Bella riflessione, Paolo. Un caro saluto

    RispondiElimina
  10. Ciao Nicole
    Il rispetto è condizione necessaria e sufficiente
    per essere e sentirsi democratici...ogni forma di violenza è esecrabile e da condannare.

    RispondiElimina
  11. Grazie Angelo Azzurro,
    Buon inizio settimana.

    RispondiElimina