Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









lunedì 14 dicembre 2009

BUONA NOTIZIA: L'ANTIBIOTICO "A DUE FACCE"

Londra, 4 dic. 2009-
Un gruppo di ricercatori britannici ha messo a punto un antibiotico "a due facce" che potrebbe portare alla formulazione di nuovi farmaci capaci di combattere le forme batteriche resistenti.
La nuova molecola si attacca al batterio su due punti diversi: cio' lo rende molto piu' potente e impedisce al batterio di adattarsi e resistere al farmaco, si legge sulla rivista Science.
Al momento la molecola messa a punto non e' utilizzabile nei pazienti ma gli scienziati che l'hanno sviluppata sperano che possa fornire la base per la creazione di farmaci basati sullo stesso principio delle "due facce".
Le norme attualmente vigenti, notano gli scienziati, non favoriscono lo sviluppo di nuovi antibiotici (un recente studio dell'Ue ha scoperto che attualmente sono in fase di sviluppo solo 15 antibiotici che si prospettano effettivamente migliori di quelli esistenti, e solo cinque hanno raggiunto i trial di fase finale), ma la nuova scoperta e' molto promettente.
I ricercatori hanno esaminato una molecola presente in natura prodotta da un batterio del terreno, il simociclinone. La molecola attacca un enzima nel batterio chiamato Dna-girase e gli impedisce di crescere.
Questo enzima viene attaccato anche da una classe di antibiotici gia' in uso, i fluoroquinoloni, ma e' sempre piu' diffusa la resistenza a questi farmaci.
Il professor Tony Maxwell del John Innes Centre di Norwich ha mostrato che il simociclinone si lega a una parte completamente diversa, prima non sfruttata, dell'enzima e anche che la molecola riesce a attaccarsi in due punti diversi. Questa natura "doppia" dell'antibiotico lo rende 100 volte piu' potente di quelli che attaccano una parte sola del batterio. Per diventare resistenti, inoltre, i batteri dovrebbero essere capaci di mutare su tutti e due i siti interessati, il che e' piu' improbabile.
Il simociclinone e' una molecola molto larga e non puo' entrare facilmente nelle cellule batteriche, ma secondo Maxwell progettando molecole che attaccano l'enzima con lo stesso criterio si potrebbero creare nuovi antibiotici molto efficaci.
"Ci sono forti ostacoli oggi allo sviluppo di nuovi antibiotici", fa notare la professoressa Laura Piddock della British Society for Antimicrobial Chemotherapy. "E' molto costoso".
(Fonte www.agi.it)

6 commenti:

  1. E queste sono le notizie con cui è bello aprire la giornata!
    Grazie Paolo
    e che la luce sia con te! :)

    RispondiElimina
  2. Gli antibiotici in circolazioni sono diventati poco efficaci perchè se ne fa un uso sconsiderato e talvolta inutile.... il batterio muta geneticamente e l'antibiotico diventa inefficiente. Vengono utilizzati anche nell'allevamento degli animali destinati alla macellazione per renderli meno vulnerabili alle malattie nonostante un'alimentazione poco corretta e priva di nutrimento di qualità che consente agli allevatori di risparmiare. Quindi sono già contenuti anche negli alimenti di cui ci nutriamo abitualmente...

    RispondiElimina
  3. sono contenta delle informazioni che ci hai dato con questo post poiché è vero gli antibiotici in circolazione sono anche poco efficaci

    p.s. nessun parto plurigemellare per fortuna eheheheheh

    RispondiElimina
  4. Grazie Angelo Azzurro,
    La storia del fango e della creazione dell'uomo è plausibile ... i batterisono stati i primi esseri viventi del nostro pianeta ... e si trovavano nel terreno ... con il tempo si sono evoluti uhhh ha miscellato le due teorie ...
    come al solito la Verità sta nel mezzo:-)

    Luce e Lucia ... ehhh
    Grazie

    RispondiElimina
  5. BB
    ci insegnano ad essere razionali e poi per logiche di tornaconto si finisce per agire nel modo più irrazionale e sconsiderato possibile...un piccolo guadagno da parte di pochi sconsiderati porta costi altissimi per la collettività intera ... e non hai citato le mafie che lucrano con i medicinali commerciali falsi( quelli non protetti da brevetto industriale) ed altre amenità ...

    Grazie BB
    per il tuo intervento preciso e ricco di spunti.

    RispondiElimina
  6. Hai avuto paura ... ehhh
    Eppure cara Pupottina, che già dal tuo nickname la dici lunga ... ti vedrei molto bene alle prese con pannolini, pappette, biberon ...
    Beh ... Auguri e figli ... uno maschio e una femmina (per non far torto a nessuno)...

    Grazie Puppy

    RispondiElimina