Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









domenica 8 novembre 2009

SUL SIGNIFICATO DI "CERCARE" E DI "TROVARE"

"Quando qualcuno cerca, allora accade facilmente che il suo occhio perda la capacità di vedere ogni altra cosa, fuori di quella che cerca, e che egli non riesca a trovare nulla, in sè, perchè pensa sempre unicamente a ciò che cerca, perchè ha uno scopo, perchè è posseduto dal suo scopo.
Cercare significa: Avere uno scopo. Ma Trovare: esser libero, restare aperto, non avere scopo."
DAL SIDDHARTA DI H.HESSE
.
Uno dei maggiori limiti che affraterna molti, me compreso, sia proprio questo: la ricerca di uno scopo. In funzione di esso si interragisce con gli altri scorgendo o credendo di scorgere ciò che è funzionale al proprio fine, questo genera incomprensioni e limiti alla capacità di percepire molto di più della realtà che ci circonda.
E' consigliabile sempre come raccomandazione, porsi al cospetto degli altri nell'ottica più ampia possibile e dimenticare se stessi e il proprio obiettivo per non incorrere in errori di valutazioni o di interpretazioni. Ovviamente tutto questo ha senso se si è in buona fede e si cerca di avvicinarsi al Vero, la raccomandazione perde completamente significato se si è al contrario in mala fede e si cerca di travisare la realtà per propri scopi.

21 commenti:

  1. Bellissima riflessione che mi sento di condividere. Essere in buona fede solitamente aiuta ad avere un'apertura verso gli altri priva di condizionamenti limitanti che bloccano molti rapporti.

    RispondiElimina
  2. Paolo scusa se vado fuori argomento, ma volevo sinceramente ringraziarti.
    Hai toccato i tasti giusti.
    Al di là delle tua allegria, c'è un uomo sensibile.

    Grazie

    RispondiElimina
  3. Sono d'accordo con Hesse...ho scritto qualcosa del genere sul mio romanzo.
    Baci.

    RispondiElimina
  4. Ciao Paoletto!!
    E' solo per mandarti un saluto.
    Buona serata.

    RispondiElimina
  5. Marina
    incomincio a sentire una certa curiosità per il tuo romanzo :-)

    RispondiElimina
  6. GRAZIE SARA
    SONO MOLTO GRADITI:-)))

    RispondiElimina
  7. Nicole,
    sono sicuro che non sei un tipo che molla
    di fronte alle prime difficoltà :-))

    RispondiElimina
  8. Dulcis in fundo
    La Cara Angelo Azzurro
    a costo di fare qualche gaf....meglio essere spontanei ed in buona fede
    (scusami se è capitato con Te;-)

    RispondiElimina
  9. Caro Paolo,
    vedo che qui è sempre affollato da tante Donne ehehhehe ma che gli farai mai?! ;)
    Cmq .. Splendida Riflessione e Grandissimo Hesse che adoro .. Siddharta è il mio libro preferito .. Bisognerebbe sempre accostarsi all'Altro e ascoltarlo con sguardo puro e libero, scevro da ogni pregiudizio, ponendo attenzione senza costrizione per ciò che l'Altro a Noi si rivela ... Conoscere è un'Arte di Pazienza che pochi sanno praticare .. affannati dalla Superficialità come sono .. :)
    Un bacione e buon lunedì!

    RispondiElimina
  10. purtroppo impera quasi incontrastato l'egoismo più feroce, e la buona fede ne viene inevitabilmente inghiottita. quanto sarebbe sano dedicare le nostre attenzioni, nelle quali quasi affoghiamo, al prossimo dimenticandoci di noi stessi!? bello!
    un bacio

    RispondiElimina
  11. Chi cerca...trova???
    Sono collegate le due espressioni; saggezza popolare docet carissimo!
    :)

    RispondiElimina
  12. Capire la natura, capire noi stessi, capire il fuggevole, il mutevole, il transitorio ci aiuta a superare ogni ingiusto/giusto ostacolo che la vita ci dispiega spesse molte volte con tante provate pagine scritte con il sangue del nostro cuore.

    Ma soprattutto in tutto questo pellegrinare prima o poi ogni continuo giusto ricercare porta ad un consapevole graduale riscoprire.

    Come disse Gesù: quando capirete e RI-SCOPRIRETE, resterete sbalorditi e stupefatti ma, aggiunse anche, che non c’è peggior sordo di chi non vuole sentire per capire, perché sapeva in virtù di quel principio di libertà che ogni essere è libero di restare nella sua prigione.

    Riscoprire dentro il proprio cuore quel vero universo che qualcuno ci ha detto, ci ha condizionato a credere che era fuori di noi.

    Ciao Carissimo Paolo

    RispondiElimina
  13. Zoè,
    senza pazienza si combina poco in generale...:-)
    Buona inizio settimana
    anche a Te.

    RispondiElimina
  14. Grazie del pensiero
    e ricambio il Bacio
    Buon inizio settimana
    a Te Maria Rosaria

    RispondiElimina
  15. ...a volte è bello trovare ...quando meno te l'aspetti...;-)
    Cio Guernica

    RispondiElimina
  16. Già Raffaele
    cogli in pieno...imparare a guardare
    dentro di noi...aiuta a capire anche gli altri.

    Buon Lunedì

    RispondiElimina
  17. Infatti è quando meno te lo aspetti che trovi!

    Che onore essere il primo Blog seguito^___^
    Oggi ho fatto anche riferimento a questo tuo post.

    RispondiElimina
  18. TZE' pensiero...
    La ricerca induce a toccare il senso della vita.
    La ricerca è il cammino dell'essere, assetato del colmare quel bagaglio che altrimenti, si spegnerebbe....
    La ricerca è volgere lo sguardo oltre ciò che già si possiede...e per questo, spesso è vana...
    Ma la ricerca è anche disposta a trovare, qualora di diritto, i nostri passi si posano sui sentieri dell'avvenire, quando questi, nascono come veri ed autentici effetti, figli delle nostre cause....


    Bellissimo post, Paoletto mio.
    Un bacio enooooooooorme!

    RispondiElimina
  19. Mia Dolce TZE'
    molto brillante ed originale il tuo pensiero, che esalta il valore in sè della ricerca ...
    solo speriamo che non sia mai vana...;-)
    anche perchè trovando, si è liberi di spaziare oltre...

    Ricontracambio
    il Bacione
    Cara DarK

    RispondiElimina
  20. anche a me piace Hermann Hesse. la tua riflessione è molto profonda!!! sono d'accordo con te perché mi è capitato di pensare qualcosa di molto simile

    RispondiElimina
  21. Caro Paolo, non mi ricordo di nessuna tua gaffe; tranquillo! ;))

    RispondiElimina