Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









giovedì 12 novembre 2009

LEGAMI INDISSOLUBILI

Nonostante la mia età. Nonostante l’esperienza e la conseguente maturità, a volte rimango muto e perplesso dal mio stesso agire, dalla risolutezza irremovibile. Parole che non vorremmo mai aver pronunciato … parole che ti escono dalla bocca, dure taglienti … senza misericordia e di fronte hai il sangue del tuo sangue, proveniamo dallo stesso grembo, e parole dure vengono pronunciate anche dall’altra parte … non c’è terra di mezzo, non c’è comprensione reciproca ognuno è chiuso nelle proprie convinzioni e posizioni, ci si guarda con risentimento reciproco, si è soffocati dall’astio e non si riesce ad abbracciarci, semplicemente.

Eppure oggi ricorre il sesto anniversario della morte di mia Zia Angelina, la sorella minore di mia Madre … Erano come cane e gatto, tutto in loro era diverso, il carattere, l’aspetto esteriore, mia zia bionda occhi azzurri, mia madre mora occhi verdi … due donne che si sono combattute come due regine …
Ma quando è morta mia Zia ho visto mia Madre piangere e ricordarla con una profonda tristezza … più volte, quando meno me l’aspettavo mi parlava di Lei con affetto. E' che la morte avvicina, ci fa capire la vera natura di rapporti che ne la distanza, ne il tempo, ne le incomprensioni e i conflitti riescono a sciogliere.

6 commenti:

  1. Belle riflessioni, Paolo, capisco quello che dici,
    credo che ognuno di noi viva o abbia vissuto la problematica per rapporti affettivi difficili da gestire.
    un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Grazie Sara,
    mi confortano le tue parole

    RispondiElimina
  3. Capisco la difficoltà. Io ho altri quattro fratelli, figurati. Diversi caratteri, diversi modi di concepire la vita. Non è facile.
    Spero siano cose risolvibili.

    RispondiElimina
  4. Cara Angelo Azzurro
    dici bene...diversi caratteri.
    Tutto sotto controllo.

    RispondiElimina
  5. Bè....lo stesso rapporto tra mia madre e mia zia....ed anche le stesse differenze....
    l'incompatibilità di carattere esula dal volersi bene ed il sangue è più forte...
    comprensibilissima la tristezza di tua madre....

    PS: le parole taglienti che ti escono dalla bocca....
    non è colpa tua....ma del tuo segnaccio!

    RispondiElimina