Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









martedì 17 novembre 2009

CIO CHE UNO E’

Riflettendo sulla parabola della lucerna, grazie a ciò che capita di vivere giorno per giorno, mi sono soffermato su questa parte:

...Basta dunque che la luce
che è in te non sia tenebra.
Se il tuo corpo è tutto luminoso,
senza avere alcuna parte nelle tenebre,
tutto sarà luminoso ...

Tutto dipende da ciò che uno è e possiede in se stesso, perché la sua individualità lo accompagna sempre e dovunque e di essa si colora tutto quello che a lui capita di vivere. Nel bene come nel male è meno rilevante ciò che uno incontra o gli succede nella Vita, rispetto a come egli lo sente.

Quello che uno è o possiede in se stesso ( la Personalità e il suo Valore ) è l'unica cosa che incide sulla sua felicità e il suo benessere.

I beni veramente necessari per la nostra felicità, sono in fondo molto pochi, contrariamente alle numerose raccomandazioni o esortazioni a cui siamo quotidianamente assoggettati, da diverse fonti: Tv, Radio, Internet, Giornali, Cartellonistiche stradali ..:

-Un Carattere Nobile
-Una Testa Capace
-Un Temperamento Felice
-Un Animo Sereno
e un Corpo di Buona e Sana Costituzione.

Dovremmo pensare di più al loro mantenimento ed incremento che non a entrare in possesso di beni esterni e di onori esteriori.

Beh Cicerone sbadiglia, legge queste quattro riflessioni e mi guarda perplesso:
“A Pà  quanto la fai lunga … è saggezza e non lo nego, ma se ce pensi troppo, vordì che non lo stai vivendo in pieno, già perché certe cose non se spiegano se vivono, semplicemente …e se raccontano da se!
Daje capoccio’, fatte un giro!!”

6 commenti:

  1. ^___^
    Cicerone è indubbiamente un gran simpaticone!
    Sarà lui il tuo alter ego???eheheh

    Diciamo che i bene davvero necessari non sono di moda oggi, caro Paolo!
    Tutto sta nel non farsi trascinare dalla corrente. Io mi reggo forte ad un ramo, che è il mio sentire. Solo così sono in pace con me stessa.
    Tutto il resto è superfluo e l'individuazione (del superfluo) viene da se.

    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  2. Sono anch'io dell'idea che quello che serve a farci stare bene sarebbe in reltà davvero poco. Al primo posto messo la salute di corpo e mente. Poi la serenità dell'animo,infine la positività, che ti aiuta ad affrontare anche le situazioni più ingarbugliate. Se possiede questi tre elementi, hai già buone difese contro le avversità. Inoltre, penso che i beni esteriori contino poco quando ti manca la tranquillità interiore.
    Ciao Paul

    RispondiElimina
  3. @ Guernica, la cosa più importante è la Serenità...Cicerone mi aiuta:-))

    @ Angelo Azzuro, concordo in pieno, anche l'ordine d'importanza che hai scelto

    @ Marina... un cappoccione, che altro?

    RispondiElimina
  4. Basta una sola piccola scintilla ad accendere quel fuoco interiore che se messo fuori con tanto amore porta come un faro quella luce interiore che conduce all'illuminazione di tutte le cose.

    Ciao Carissimo Grande Paolo Amicone del Mio Cuore.

    RispondiElimina
  5. Grazie
    Raffaele
    ...riesci ad esprimere
    con poco... tanto.
    Un Abbraccio.

    RispondiElimina