Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









sabato 10 ottobre 2009

NON PIU' PROFONDO DI UNA POZZANGHERA


Voglia di leggerezza. I pensieri non pesano più di una piuma … i ricordi sono piccoli flash, ma mai occasioni per snocciolare problemi, rimpianti, rimorsi … no! E’ un periodo, che vivo con la voglia di ridere, di leggere cose che sono in linea con questo mio stato in essere. Anche se volessi, non riuscirei ad essere più profondo di una pozzanghera.
Curiosando nei blog di altri scrittori, a volte mi imbatto “nei dolori del giovane Werther”, e con tutto il rispetto per chi scrive, e l’ammirazione per tanta capacità di esprimere la sofferenza, non posso far a meno di notare l’assenza di una minima capacità di ridere della Vita.
Ma possibile che non nasca la voglia di sdrammatizzare, di dire va beh Tutto sta andando letteralmente a puttane … ciò che credo … la salute … la situazione economica … ciò che sento … il mondo che mi circonda … ma cazzo! Sono Vivo! E ti pare poco …. Sono libero di scegliere … Posso fare il buono ed il brutto della mia Vita! Dipende da Me, solo da Me … e facciamocela una sana risata … magari rompiamo le scatole a destra e a manca … parlando idiomi diversi … boh! pazienza … morto un papa se ne fa un altro … svolazzando come una farfalla … gioendo e fregandosene … pure se cascasse il mondo!

12 commenti:

  1. Sei un caro ragazzo, Paolo.

    RispondiElimina
  2. Vedo che sei un cultore dei classici...
    La leggerezza è un lusso che non sempre possiamo permetterci, ci sono realtà che sbattono il sorriso contro la barriera dei denti...sovente non siamo noi a ridere della vita, è la vita che ride di noi.
    ^___^ Buona domenica e tanti sorrisi.

    RispondiElimina
  3. Sara... non ho alcuna pretesa, la mia era una generica considerazione ... ma sono sempre rimasto colpito da quelle persone che nonostante i problemi, la tragicità degli avvenimenti, gli scherzi del destino ... hanno continuato a vivere, non piccati, ne distrutti, almeno esteriormente, continuando la loro Vita, per quello che rimaneva, in certi casi non era molta, con dignità, pronte a donare, se necessario, un sorriso e una parola gentile al prossimo... poi un giorno scopri come stanno veramente le cose e ripensi alla grandezza di quella persona, alla solitudine, alla positività che irradiava ...e anche se non ti era parente, la senti fratello o sorella di Vita.

    RispondiElimina
  4. Un Saluto a Stella e a Sara ...per una Buona e Serena Domenica

    RispondiElimina
  5. Paolo condivido la tua risposta a Sara.
    Lieta domenica a te!

    RispondiElimina
  6. Paolo, è chiaro che condivido anche io quello che tu dici,la mia era una piccola provocazione, io sono proprio una di quelle persone di cui parli...mi spezzo ma non mi curvo...ne ho passate tante che se non fosse così non staremmo qui a parlare insieme.
    Buona domenica.

    RispondiElimina
  7. Caro Paolini,
    hai ragione .. E' importante sdramatizzare un pò ed essere ironici, è tutto così amaro che altrimenti vivere sarebbe impossibile ... Già il fatto di poterci alzare ogni mattina e respirare e poter scegliere cosa fare della propria giornata è un lusso che non tutti possono permettersi ..
    Un besito ;)

    RispondiElimina
  8. Ooopss .. Paolino volevo dire .. scusa :) baci baci e tanti baci al mio Paolo!!!!!

    RispondiElimina
  9. Zoè, piccola e giocosa Zoè...il tuo essere frizzante e gioioso...rende il tutto più sopportabile... fa superare le domande che nascono spontanee nel proprio intimo e fa considerare le cose in un'ottica non sempre benevola...
    ma poi appari Tu, giocosa e sbaciucchiosa amica:-))
    che allora si sorvola al grigio che cerca di avanzare, e il sole torna a risplendere tra le tue parole.

    Buona settimana
    a Te Zoe

    RispondiElimina
  10. Grazie a te Paolo,
    sei dolce come pochi sanno essere e mi fai commuovere ...
    La Vita è strana .. ma bella se ci ha fatto incontrare, seppure virtualmente, però incontrare.
    Un bacio e Notte.
    Grazie ancora .. :)

    RispondiElimina
  11. trovare il modo per drammatizzare tutto quello che non va con una risata è un ottimo consiglio.... altrimenti altro che pozzanghera, finiremo tutti per buttarci nel pozzo... non va male solo a loro... nessuno sta mai completamente bene e non è mai completamente felice....

    RispondiElimina
  12. Ops Pupottina
    mi accorgo ora del tuo commento ...
    e ti rispondo solo ora, perdonami, perchè anche se non sono sempre presente nel tuo blog, mi sei da sempre entrata nel cuore e provo grande simpatia per Te.
    Già ... basta guardarsi a torno, distogliere lo sguardo dal proprio ombelico e allora di cose da capire ce ne sarebbero:-)))
    Un bacione postadato (ancora se pò:-) Gioia Mia

    RispondiElimina