Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









sabato 31 ottobre 2009

GIASONE E GLI ARGONAUTI


Al di là della lunga storia costellata da mille avventure, vale la pena di sottolineare il senso generale della stessa: una grande prova iniziatica che il ragazzo Giasone deve superare per diventare uomo.
Al fianco del giovane un pugno di eroi venuti da ogni parte della Grecia, per realizzare un’impresa impossibile … escogitata da un Re infido, di nome Pleia, che non potendo uccidere suo nipote Giasone, figlio del legittimo erede al trono, lo invia nella Colchide (Crimea) per recuperare il Vello d’oro.

Armata la nave di nome Argo, gli eroi partirono senza esitazioni affrontando l’ignoto .Tra di loro solo uno era esperto e nulla doveva dimostrare ancora, era Ercole. Tutti gli altri sono giovani e chiamati a dar prova di se, compreso lo stesso Giasone.
L’equipaggio si domandava chi fosse il vero capo: il valore di Ercole o l’intelligenza di Giasone, perché quest’ultimo per quanto inesperto era molto acuto, capace di capire la realtà e di decidere, usando la prudenza e la diplomazia, meglio dell’irruenza e della forza di Ercole.
Il grande Eroe sapeva che in quella missione contavano di più le doti del giovane Giasone e decise di cedere il comando a quest’ultimo.

La storia è ricca di avvenimenti. A Lemno l’equipaggio conosce il sesso, l’isola è abitata da sole donne desiderose di procreare … Solo la decisione e la forza di Ercole riportò il manipolo alla impresa a cui erano destinati.
Le donne spesso nel mito sono bellissime ma insidiose, pronte ad accoppiarsi e poi a uccidere o torturare il malcapitato in certi casi a cibarsene. Le sirene noi le intendiamo metà donne e metà pesce… per gli antichi erano Donne di una bellezza disarmante, che inducevano con il loro canto gli uomini a prostrarsi ai loro piedi per essere dilaniati dalle stesse che ritornavano alle loro effettive forme di rapaci.
Streghe e maghe, guerriere e dee …le Donne seppur indirettamente sono protagoniste e non sempre avversarie degli eroi. Senza Giunone, Minerva e Afrodite … Giasone non sarebbe riuscito ad arrivare nella Colchide, non avrebbe fatto innamorare Medea, e senza l’aiuto di questa non avrebbe potuto appropriarsi del Vello d’oro, ne avrebbe potuto fare ritorno in Patria, ne cacciare Pelia. Medea riusci dove cinquanta uomini fallirono.

Eracle ad un certo punto della storia sparirà, si disperse, lasciando i giovani eroi soli a se stessi, per dimostrare meglio il loro valore, per prendere coscienza di chi fossero in realtà.

Indubbiamente è la storia di un’iniziazione e l’esaltazione dello spirito che animava quei greci, pronti ad affrontare mille insidie ,a varcare i confini del mondo conosciuto, a navigare mari ignoti, ad approdare in terre sconosciute. Lo stesso spirito che portò a colonizzare buona parte del bacino mediterraneo e non solo.

5 commenti:

  1. Io adoro Medea :)
    (A parte quando squartava eheheh)

    Medea con la Callas...è fantastica.

    RispondiElimina
  2. Regia di Pier Paolo Pasolini, quel film è eccezionale ... la Callas è bellissima..sembra che quel ruolo sia cucito a dosso a Lei...
    le scene girate nello Yemen quarant'anni fa a Sana’a a, la “Venezia dell’Arabia Felix”,e Shibam, conosciuta anche come la “Manhattan del deserto”, dove è possibile ammirare i famosi grattacieli di fango che sorgono nel deserto.
    Già da allora Pasolini preavvertì quali sarebbero stati i problemi della globalizzazione....

    Buon Fine settimana
    Guernica

    RispondiElimina
  3. Bellissimo post....

    La mitologia in fondo, insegna....
    ciò che oggi non ci si spiega...
    eppure è sempre stato tutto chiaro e ben raccontato...
    Uno Sbaciukkkkkkkkk halloweeniano...dal pianeta TZE' inside....che oggi festeggia ^___^

    RispondiElimina
  4. Bel Post Paolo,
    la mitologia è sempre attuale, senza tempo e senza spazio.
    Buona domenica!

    RispondiElimina
  5. @ Dark, già tutto ciò che riguarda l'uomo nella sua essenza è stato spiegato e sviscerato ...
    Buon halloween ... certo per una che siama Dark..questa festa è il massimo :-))

    @ Cara Sara, cerco nella Mitologia un sostegno, una verità, un appiglio...per superare i miei giorni sensa Sole, che immancabilmente, capita di vivere ...ma dopo uno sfogo, un moto di orgoglio, un urlo di battaglia ... ritrovo la quiete e la voglia di ridere, giocare e tornare ragazzo:-)
    Buona domenica
    anche a Te!

    RispondiElimina