Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









sabato 24 ottobre 2009

GENTILEZZA D'ORIENTE

Ieri sera, per la prima volta, mi sono dilungato con il lavoro...sono rimasto solo in ufficio...il quale si trova sopra il magazzino di un'altra società.Intorno alle 20,00 chiudono il cancello che è in comune, e sguizzangliano il cane...un cane da caccia...niente de che...ma se spaventato anche quello non se fa "pregà pe morde"...la cosa che mi ha colpito, è che sotto all'androne mi stava pazientemente aspettando un signore anziano cinese...un italiano avrebbe suonato alla porta o se ne sarebbe infischiato "se vuoi uscire vienimi a cercare, adesso c'è il telegiornale ed è ora di cena, non sto qui per Te"...
...Nei gesti di quel signore nessuma percezione d'insofferenza...cortesemente mi ha aperto il cancello tenendo a bada il cane e mi ha anche salutato gentilmente...Ho provato a scusarmi, ma non so se avrà capito!


PS
Magari mi avrà mandato a quel paese in cinese, ma ha avuto la cortesia di non esprimermelo in nessun modo (Tono della voce, sguardo, espressione del viso, gesti o semplicemente sbattendo la porta nel chiuderla...niente di tutto questo!).Chiamiamola educazione.

Nessun commento:

Posta un commento