Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









mercoledì 12 agosto 2009

DA UNA SAGGIA AMICA

Ricordati, mi disse "Gli atti di bontà, d'amore e abnegazione devono essere incisi nella roccia, affinchè tutti coloro cui capiterà di venirne a conoscenza, cerchino di imitarli.
Al contrario, quando riceviamo un'offesa, dobbiamo scriverla sulla sabbia, vicino all'acqua, in modo che scompaia in breve tempo, nessuno ne venga a sapere e soprattutto, affichè sparisca al più presto qualsiasi risentimento dal nostro cuore".

Ehhh... quanto hai ragione, soprattutto quando mi ricordi che la Vita è bella e che è sciocco rimuginare e rodersi l'anima per niente .... osservo l'orizzonte del mare... sorrido e tutto acquista un altro sapore, mentre il sole piano piano sembra tuffarsi ...laggiù in fondo, e ... i tuoi occhi da gatta mi sfiorano il profilo con un dolce sguardo pieno di buoni propositi .

11 commenti:

  1. Bello bello, post significativo...
    Avevo scritto una storiella in proposito.

    RispondiElimina
  2. La mia amica ha tratto proprio da lì l'ispirazione è stata Lei a segnalarmelo.
    Ho letto con l'occasione il tuo blog, ed è proprio bello ... ricco di Saggezza e Bontà.
    Ti prego di chiudere un occhio su quest'aggancio indiretto.
    In rete non si trovano sempre persone carine come Te, a volte ci si scontra con delle, passami il termine,str...ze che il tuo post è un vero medicamento per l'anima.

    Ciao Stella
    Un Abbraccio con Affetto

    RispondiElimina
  3. Concordo con Stella: ottimo post :)
    buona serata .. Zoe.

    RispondiElimina
  4. Ciaooo Zoe
    ma è la prima volta che mi scrivi un commento ...
    fa che non sia l'unica... ehhh

    Una strizzatina d'occhio

    RispondiElimina
  5. Paolo grazie per l'affetto.
    Penso che tra blogger sia importante la collaborazione.
    Grazie per gli apprezzamenti al mio blog.
    Un caro abbraccio

    RispondiElimina
  6. Mia nonna questo concetto me lo ha trasmesso in questo modo: FA DEL BENE E SCORDATENE, FA DEL MALE E PENSACI.
    E' speculare a quello che hai scritto tu.

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  7. Combinazione delle combinazioni
    mio Padre me lo ripeteva spesso...
    è per questo che leggendo il post di Stella sono rimasto folgorato.

    Ave Marina piena di grazia ... e qui me fermo.

    RispondiElimina
  8. miaoooo, caro Paolo dì pure a Cicerone... che carinamente mi ha scritto...che lo aspetto...quando vuole sarò la "sua" Giulietta sul terrazzo di casa...miao miao...firmato la micia della Signora in rosso.

    La signora in rosso aggiunge: Mi raccomando ...la micia è una gatta perbene, solo intenzioni serie!

    RispondiElimina
  9. Cara Micia della Signora in Rosso... troppo spesso quel mascalzone di Cicerone mi combina dei guai, volevo buttarlo fuori di casa ma ogni volta mi intenerisce con i suoi occhioni...e fa tutta una scena per farsi perdonare fino a commuovere.
    Alcune gatte sono pazze di lui, altre lo odiano, ma in un modo o nell'altro me le trovo d'intorno.
    I vicini e i parenti gli vorrebero fare la "festa", ma io mi rifiuto categoricamente. Nella stagione degli amori mi sparisce per giorni interi per ritornare pieno di graffi, cicatrici e magro da far paura.
    Lo so che questo attira le gatte... ma è meglio per Te un gatto più serio e meno scavezzacollo.
    Da quando ha la passione per internet si crede di allargare il suo già cospicuo giro, con gatte di altre città, farò più attenzione ... a meglio custodire il Pc.

    Signora in rosso sono desolato per il fastidio causato... ma mi creda il mio gatto è incorreggibile...

    RispondiElimina
  10. caro Paolo, la ringrazio... si sa i gatti son gatti.. soprattutto quelli romani che hanno.... la fama di gatti poco raccomandabili. Ho dovuto puntualizzare perchè la micia di una mia amica qualche mese fa si è imbattuta in un gattaccio losco, nero dentro, che l'ha circuita con la scusa di farle dei provini in una trasmissione televisiva, pensi si faceva chiamare "papi"...una storia sordida che è stata su tutti i giornali...per questo sto molto attenta con la mia micia. Un caro saluto

    RispondiElimina
  11. Ecco per l'appunto... Cicerone è scuro...dentro e fuori...

    Signora in Rosso devo riconoscere che la sua ironia e sagacia è pari alla sua capacità di stare al gioco, al che mi conquista e mi affascina non poco.

    La prego di non perderci di vista.

    RispondiElimina