Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









sabato 18 luglio 2009

RUBINETTI


Qualcuno ha fatto i propri comodi per tanti anni, poi un giorno ... si è svegliato con la sindrome di Cenerentola, decidendo di porre un rubinetto al flusso degli affetti .

Non colgono lo slancio di una mano allungata, non riconoscono quanto di buono c'è, forse la coscienza non gli permette di vedere le cose come sono davvero... e allora giù a inventare pretesti per creare distanze, per limitare il flusso del rubinetto degli affetti a mo di ricatto:

ma il bene non si misura solo ed unicamente su quanto di materiale hai ricevuto o non ricevuto!!! soprattutto se a creare fossati sono state queste cenerentole.


Che Tristezza davvero!!


La Vita non è un "do ut des", per esempio il sottoscritto si è rimboccato le maniche ieri (dopo la morte di mio Padre), ed oggi (con la malattia di mia Madre), senza fare conti in Partita Doppia della propria Vita, di ciò che sono i costi e le opportunità negate dalla situazione: si chiama Sacrificio, per altri Amore e si è disposti a Tutto, anche a fare a brandelli il proprio egoismo e voglia di Fuggire, anche di chiudere bilanci esistenziali in perdita, se necessario.
Avrei voluto Condividere di più, sentire più Calore attorno, Sorrisi, Affetto Vero, no tanto risentimento, astio come nella biblica storia di Giuseppe:
non mi ritengo il migliore, ma nemmeno il peggiore.
Forse un giorno capiranno ....
Al momento Vi dico andate per la Vostra Strada .... portatevi con Voi i Rubinetti ed i Vostri Sciocchi Ricatti ... La Vita vi farà raccogliere quanto avete seminato in tutti questi anni:
se è stata una buona Semina, Buon per Voi; altrimenti .... ahi ahi ahi!!

4 commenti:

  1. PAOLO,
    sapessi...a questo mondo ci voltano le spalle tutti sai? Ci tradiscono tutti e non occorre guardare tanto lontano. Sono madre di due ragazze autistiche, le amo tanto, è tanto dura...e sono sola sai? L'unica persona che mi abbia amato è stata mia nonna materna che, gioco di parole, è stata mia madre... per il resto meschinità e mediocrità ed egoismo. Soffro di una sofferenza vera.
    Sii forte Paolo. Sii forte e parliamoci, ok?
    Un bacio. Ti ho risposto anche sul mio blog. Ciao caro, spero che tu oggi ti stia rilassando e se, invece, stai con la mamma, va bene ugualmente. Anche se non la conosco le do un bacio di amore, sincero. Ciao.

    RispondiElimina
  2. Marì
    ...ho sempre più ... Desiderio di quel Fuoco in grado di "Riscaldarmi e Sfamarmi", la Sua Ricerca mi sta riportando ... alla Vita.

    Un Bacio. Paolo

    RispondiElimina
  3. Fa un certo effetto rileggersi a distanza di tempo. Capisco lo stato d'animo del momento, la fatica, la voglia di superare quel momento facendo appello a sprazzi di vitalità e di giovialità a volte un pò scomposta e sgranata.
    Oggi tutto è compiuto, c'è poco da sperare e all'orizzonte le cose appaiono per quelle che sono ... senza farsi più tante illusioni. Se guardo indietro, e se fosse possibile ritornare indietro ... ma non lo è! Sono comunque sereno, so di aver fatto del mio meglio, so che non devo rimproverarmi nulla e soprattutto non provo astio o rancore alcuno, per nessuno.
    Sono sereno e questo mi basta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh, Paolo, tu sarai padrone di non crederci ma stamattina mi veniva ripetutamente in mente il nome del tuo blog, ora, apro la posta elettronica e ti trovo... poiché non fai parte del mio entourage, devo dedurre, che si tratta di affinità elettiva... qualunque cosa ti accada e si sia compiuto, la tua coscienza intuitiva, per sensibilità e affinità elettiva, ci unisce ed io, come vedi, pur non sapendo razionalmente cosa ti accade, a livello profondo lo so.
      Sono le scelte d'amore a permettere il risveglio del nostro doppio: la nostra coscienza intuitiva.
      Ciao amico.

      Elimina