Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









giovedì 23 luglio 2009

PIU' CHE IL DIO TRINO PREFERISCO IL DIO QUATTRINO!



Frase attribuita a Pier Paolo Pasolini, sembra essere molto attuale!

MILLE LIRE AL MESE:
Le aspettative di ieri non erano poi così diverse da quelle di oggi.
La canzone di Carlo Innocenzi è cantata da Gilberto Mazzi che
con questa Canzone raggiunse il massimo della popolarità.
Colonna sonora del Film che ha lo stesso Titolo, uscito nelle sale
nei primi mesi del 1939.
Una curiosità legata al film, la trama richiama i primi esperimenti
di trasmissioni Televisive, che in quel periodo si svolgevano anche
in Italia e diversi negozi avevano Già in vetrina i nuovi apparecchi.
La guerra interruppe tutto e come è noto solo nel 1954 vi fu l’inizio
delle trasmissioni.

Che disperazione, che delusione dover campar,
sempre in disdetta, sempre in bolletta!
Ma se un posticino domani cara io troverò,
di gemme d'oro ti coprirò!
Se potessi avere mille lire al mese,
senza esagerare, sarei certo di trovar
tutta la felicità!
Un modesto impiego, io non ho pretese,
voglio lavorare per poter alfin trovar
tutta la tranquillità!
Una casettina in periferia, una mogliettina
giovane e carina, tale e quale come te.
Se potessi avere mille lire al mese,
farei tante spese, comprerei fra tante cose
le più belle che vuoi tu!
Ho sognato ancora, stanotte amore l'eredità
d'uno zio lontano americano!
Ma se questo sogno non si avverasse,
come farò.... il ritornello ricanterò!
Se potessi avere . . .

Nessun commento:

Posta un commento