Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









venerdì 19 giugno 2009

LA COMUNICAZIONE

Capire quanto sia importante Comunicare è alla base del nostro successo o insuccesso nel lavoro. Dal colloquio al modo di rapportarsi con i colleghi, con i superiori e i sottoposti, ai rapporti con le persone che a vario titolo interagiscono con l'azienda per mezzo di noi: Clienti, Fornitori, Agenti, Bancari...; non basta essere bravi nel proprio campo è necessario capire gli Altri per imparare a capire Sè stessi, e quanto più riusciamo a capire noi stessi tanto più riusciamo a metterci nei panni altrui, condizione "sine qua non" per aumentare le probabilità di affermazione attraverso il Consenso Altrui e la Propria Accettazione (per piacere bisogna piacersi).
.
Girovagando sul Web mi sono imbattuto in Vertigoz, il quale afferma delle cose estremamente appropriate con uno stile diretto, colorito, efficace e simpatico.
.
Il contesto è diverso, trattasi di un manuale di seduzione, ma le regole di comportamento sono universalmente valide.
Poniamo l'attenzione sul duplice aspetto della comunicazione: Contenuto e Relazione; per essere maggiormente consapevoli del modo di porsi, sia nostro che delle persone che a vario titolo comunicano con noi e otterremo delle risposte.
.

.


http://www.giornalettismo.com/collabora-con-noi/

di Vertigoz :
.
"Cominciamo dalla Pragmatica della comunicazione umana di Watlzavick, un testo fondamentale per limonare e buttare le mani in caciara... Watlzavick, o come minchia si scrive, sostiene che ogni comunicazione ha un aspetto di contenuto e un aspetto di relazione. Se dico “chiudi la finestra, pezzo di merda” l’aspetto di contenuto è “chiudi la finestra”, l’aspetto di relazione è “pezzo di merda”...
L’aspetto di relazione può anche essere implicito come nell’esempio che segue: “chiudi la finestra, pezzo di m…”. Ovvero può essere implicito l’aspetto di contenuto come nell’esempio che segue:“pezzo di merda”. Con ogni comunicazione ci poniamo o in posizione up o in posizione down.Con la posizione up comunichiamo che ci sentiamo, o siamo, superiori al nostro interlocutore: “chiudi quella cazzo di finestra, pezzo di merda, è la terza volta che te lo dico”. Il nostro interlocutore può o meno accettare la posizione down in cui l’abbiamo messo. Ad esempio “zì badrone” oppure “fottiti in culo e datti fuoco ai capelli”..
Con la posizione down comunichiamo invece che ci sentiamo, o siamo, inferiori al nostro interlocutore, ad esempio: “Ti hanno mai detto che sei bellissima?”. Apriamo una parentesi. Se è veramente bellissima è probabile che glie l’abbiano già detto... Il contenuto informativo della domanda “Ti hanno mai detto che sei bellissima?” è quindi paragonabile a: “Ti hanno mai detto che o piove o non piove?”. Il messaggio implicito di relazione invece è: “Sono un povero stronzo, neanche stavolta vedrò un pelo di sorca che sia uno. Ti prego, abusa verbalmente di me”....
Se provate a mettere una donna in posizione down questa può reagire in due modi. Accettare la posizione down, nel qual caso ha un disturbo di personalità dipendente, problemi irrisolti col padre....
Viceversa può rifiutare la posizione down, mettersi in posizione up, e reagire con un motto di spirito o una facezia di dubbio gusto...




La soluzione è uscire dall’ottica di io sto sopra tu stai sotto. La soluzione è mettersi di fianco....
...trattatela come una persona. Per trattarla come persona, dovete però convincervi che è una persona. Bene, avendo stabilito che è una persona, non penserete ogni cinque microsecondi a come sarebbe....
A quel punto succederà una cosa strana. Sarà lei a pensare come sarebbe...
A questo punto dovete uscire dall’autoipnosi. Non è più una persona. Basta, via persona,...
Per trombarla come si deve la dovrete spersonalizzare, altrimenti sai che noia...Tornate pure al vostro consueto particolarismo feticistico (tette-culo, tette-caviglie, coscia, etc.)...Ora potete procedere alla dissezione. Non fate l’errore di trombarla come se fosse una persona. Ci sono cose migliori da fare con una persona ..."

Nessun commento:

Posta un commento