Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









domenica 31 maggio 2009

MANNAGGIA LA ROCCA





Nel 1896, dopo la sconfitta di Adua, i giornali francesi avevano atrocemente scherzato sui nostri insuccessi in Africa e lo stesso principe d'Orleans, imparentato con i duchi d'Aosta, in più di un'occasione s'era lasciato sfuggire parole poco riguardose circa il valore dei nostri soldati.
Il conte di Torino, ufficiale di cavalleria di stanza a Milano, lasciò bruscamente il servizio e corse a Parigi per battersi a duello con l'Orleans il 15 Agosto 1897, infliggendo due buone stoccate al principe francese. Questo fatto non fu gradito a Thomegueux, celebre spadaccino di Parigi, il quale lanciò una sfida a tutti gli ufficiali italiani, dichiarandosi pronto sd affrontare chiunque. La sfida fu subito raccolta dal generale Mannaggia la Rocca e suscitò una viva impressione tra i francesi.

Ma quando si apprese che lo sfidante altri non era che uno straccivendolo, noto a Roma perchè nei giorni di carnevale sfilava lungo il Corso a cavalcioni di uno spelacchiato ronzino con decorazioni di cartapesta, elmo di latta e sciabola di legno, lo sfidante si sentì sommerso da una ondata di ridicolo.
Il nostro straccivendolo continuò a sfilare, seguito dal suo stato maggiore composto da altri straccivendoli issati su altrettanti asini, dopo aver emanato il suo solito messaggio:
"Giovedì grasso o piove o fiocca, sortirà er generale Mannaggia la Rocca".
Ma Thomegueux non "sortì" più.

Nessun commento:

Posta un commento