Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









martedì 28 aprile 2009

IMPOSTA SOSTITUTIVA SULLA RIVALUTAZIONE TFR

La quota annua di TFR si compone di una quota Capitale e di una quota di Rivalutazione del TFR presistente, in base a quanto stabilito dall’art 2120 c.c.

TFR = Retribuzioni Anno/13,5 + 1,5+Ind.ISTATx75%


La quota di Rivalutazione è soggetta ad un’imposta sostitutiva del 11%.
L’imposta sostitutiva anticipata annualmente dall’azienda va decurtata dal Fondo TFR.

L’imposta deve essere versata in due quote:
- Acconto il 90% della rivalutazione dell’anno precedente (metodo storico), da versare entro
il 16/12 con cod.1712;
-Saldo come differenza tra imposta dovuta ed acconto versato, entro il 16/2 N+1 con cod.1713


Rilevazioni Contabili:

Esempio
Rivalutazione anno precedente € 4.500,00
Rivalutazione maturata nell’anno € 5.000,00
Imp.Sost.da Versare 5.000x11% = € 550,00
Acconto (4.500x11%)x90% = € 445,50
Saldo dovuto (550,00 – 445,50) = € 104,50


Versamento Acconto
___________________16/12/N____________
Aconto Imp.Sostitutiva…A..Banca X c/c……..….445,50


Rilevazione del Debito

___________________31/12/N____________________
F.do TFR…………….…A…….Deb.Imposta Sost su TFR….550,00

Versamento del Saldo
___________________16/2 N+1__________________
Deb.Imposta Sost su TFR …A…….Diversi…………………………….550,00
…………………………………............…. Banca X c/c……..…….104,50
……………………………….......…. …Aconto Imp.Sostitutiva..445,50


(Fonti: Frizzeira, Astolfi&Negri, Studio Commercialista Righetti di Verona, Commercialista Telematico).

Nessun commento:

Posta un commento