Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









venerdì 17 aprile 2009

BILANCIO: CHECK LIST DI VERIFICA

Prima di procedere alla redazione del Bilancio, bisogna fare una serie di controlli per verificare la correttezza e la completezza dei dati rilevati durante l’anno.
E’ buona regola eseguire periodicamente, durante l’anno delle verifiche, tenuto conto che la completezza e la correttezza dei dati consente avere report attendibili, istantanee da cui si cerca di dedurre se l’azienda guadagna oppure perde denaro.
Si rileveranno le scritture di rettifica e di chiusura, per poi procedere alla stesura del Bilancio e della Nota Integrativa.
E’ consigliabile che il controllo sia compiuto da soggetto diverso rispetto a quello che normalmente cura la contabilità. In genere le aziende si avvalgono della consulenza di studi commercialisti, per gli aspetti di Bilancio e Fiscali.
La check list è usata dai professionisti per avere tutti gli elementi necessari a un approfondito lavoro di controllo e per meglio delegare il lavoro a propri collaboratori che ne cureranno gli aspetti più operativi ed esecutivi.
Segue una Bozza esemplificativa per un’impresa di piccole e medie dimensioni.
NOTA
R: indica la Raccolta della documentazione;
C: indica il Controllo della documentazione e delle rilevazioni contabili.

INIZIO:
R-Copia Bilancio Contabile

R-Stampa di tutti i Mastri


LIQUIDAZIONI IVA
R-Copia F24 IVA

R-Copia Fatture Acquisti e Vendite Intra Cee

R-Copia fatture d’importazione ed esportazione Extra Cee

R-Copia Modello Intrastat

R-Copia Lettere D’Intento

C-Controllo situazioni non Ordinarie (esenti, aliquote agevolate, import ed export, acquisti e vendite IntraCee)

C-Controllo Liquidazioni IVA

C-Controllo delle Compensazioni

C-Controllo dei Versamenti IVA

C-Verifica delle registrazioni Contabili attinenti a sopra

C-Verifica delle Formalità Doganali (Visti di Uscita…)

C-Controllo Modello intrastat

C-Controllo delle lettere d’intento


VERSAMENTI ERARIALI
R-Stampa dei F24

C-Correttezza delle compensazioni

C-Controllo dei Versamenti

C-Rilevazione di acconti Ires e Irap e saldi precedenti

C-Controllo di tutte le Voci di credito e debito erariale


CESPITI ED AMMORTAMENTI
Stampare:

R-Libro cespiti anno precedente

R-Fatture acquisto e vendite

C-Controllo capitalizzazioni, rivalutazioni, svalutazioni

C-Ammortamenti

C-Inizio anno corrispondenza libro cespiti

C-Rilevazioni acq/ Vend., plusv / minusv., capitalizzaz. Rivalutazioni e Svalutazioni

C-Manutenzioni spesate


CASSA, BANCHE

Stampare:

R-Mastro cassa e Banca

R-Estratti conto banca

R-Estratti conto anticipi su fatture e Ri.ba

R-Contratti Mutuo con Piano di Ammortamento

C-Controllare la movimentazione di cassa (il saldo non deve essere mai sotto zero).

C-Controllo delle rilevazioni Ri.ba

C-Controllo della quadratura Banca

C-Controllo delle Liquidazioni degli interessi e spese


DIPENDENTI-COLLABORATORI-AMMINISTRATORI
R-Copia prospetti paghe dipendenti mensili

R-Copia prospetti paghe Collaboratori e Amministratori

R-Prospetti fine anno del Consulente del Lavoro

R-Prospetto Inail

C-Rilevazioni dipendenti e collaboratori

C-Rilevazioni Inail

C-Rilevazioni TFR

C-13, 14, ferie non godute e ratei

C-Controllo delle voci di credito e debito v/Dipendenti


COMPETENZE
R-Copia fatture o ricevute con competenza d’anno a cavallo d’anno sia tra quelle dell’anno precedente risconti, che quelle dell’anno in corso ratei es. assicurazioni, bolli auto,affitti, utenze…

R-Copia fatture di prestazioni di servizi ultimati nell’esercizio ancora da emettere (fatture da emettere)

R-Copia fatture arrivate all’inizio dell’anno di competenza dell’esercizio precedente (fatture da ricevere)

R-Copia ripartizione contributi c/impianti contabilizzati con la tecnica dei risconti.

C-Ratei attivi e passivi

C-Controllo dei Risconti attivi, passivi, e di quelli pluriennali

C-Controllo fatture da emettere e da ricevere


CLIENTI-FORNITORI E CREDITI/DEBITI
Stampare:

R-Elenco clienti/fornitori e crediti/debiti con saldi di apertura, chiusura e variazioni

R-Elenco crediti/debiti pluriennali (Specifica e saldo)

C-Clienti e Fornitori movimenti di segno opposto

C-Clienti e fornitori non movimentati

C-Crediti e debiti con variazioni anomale

C-Fondo svalutazione crediti


MAGAZZINO
R-Inventario (unità di misura, costo unitario, ubicazione) e
Valutazione delle rimanenze finali

C-Rilevazione contabile delle Rimanenze


LEASINGR-Copia Contratti di Leasing con piani ammortamenti

R-Per ogni contratto eventuale maxicanone riscontato

C-Rilevazioni e risconto


AFFITTI PASSIVI
R-Contratto di Affitto

C-Controllo rilevazioni

C-Pagamento imposta di Registro (F23)


PATRIMONIO NETTO
C-Destinazione Utile esercizio precedente, riserva legale e altre destinazioni

C-Destinazione dividendi in corso d’anno (Delibera Assemblea Soci)


POSTE ANOMALE E ALTRE VOCI
C-Prelievo Titolare/Soci

C-Finanziamento Soci

C-Sopravvenienze passive e attive (rilevanti e non rilevanti ai fini fiscali)

C-Finanziamenti infragruppo

C-Fondi Rischi e Oneri


CODICE ATTIVITA’
C-Controllo della correttezza del codice attività


ENTITA’ VOLUME DI AFFARI
C-Volume di Affari mensile o Trimestrale


IMPOSTE
C-Prospetti di calcolo Irap e Ires anno in corso

C-Controllo di Coerenza e Congruità dei dati contabili.



Al termine dei controlli si procederà alla confezione del Bilancio d’esercizio e alla Nota integrativa. Dopo la sua approvazione da parte dei Soci, si provvederà alla trasmissione per via telematica alla CCIAA.
(Riferimenti a ”GUIDA PRATICA PER LE AZIENDE”, mensile FRIZZERA).

Nessun commento:

Posta un commento