Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









sabato 21 marzo 2009

PERLA DI SAGGEZZA

Ciò che effettivamente conta non è quello che si è in grado di saper fare, in ogni caso soggetto ad essere superato quando non è dimenticato, ma sapere di voler affrontare i problemi specifici e strutturarsi in base alle necessità dell’azienda o dello studio professionale, con il massimo impegno possibile in quel contesto: lealmente.
Non ritengo importante solo la durata di un lavoro presso una data azienda ma quanto intensa e significativa sia stata la partecipazione al raggiungimento di un obiettivo, se l’azione ha implicato una crescita professionale , la soddisfazione reciproca e se si è lasciata un’impronta indelebile di qualità (anche se non sempre apertamente riconosciuta).

Nessun commento:

Posta un commento