Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









sabato 21 marzo 2009

INDIVIDUARE IL PROPRIO CAMPO D'INTERESSE

Se si è portati per la contabilità perché si ha dimestichezza con i numeri, si ha una mente metodica, si ragiona in termini economici e si vedono cose o aspetti che ad altri sfuggono, questa è la via da percorrere e che occorre mantenere ad ogni costo.
Saltare da un lavoro ad un altro, che non sia nello stesso campo di competenza, ad es. contabile, per un certo tempo è formativo, ma poi diventa controproducente perché non ci aiuta a crescere professionalmente e ciò che è peggio si perde di motivazione.
Spesso l'occupazione di parcheggio, in attesa di meglio, rischia di diventare definitiva.
Occorre crearsi le condizioni per saper attendere e valutare le offerte che s'intende considerare, essere tenaci paga in termini di crescita professionale e di maggiore consapevolezza delle proprie possibilità.
Le soluzioni temporanee molto spesso sono delle trappole che tolgono il coraggio di osare, di rischiare e soprattutto di tendere verso un obiettivo che ci aiuti a crescere ad evolvere, a migliorare.
Crearsi le condizioni, a qualunque costo, se è necessario accontentarsi anche di una remunerazione inferiore, pur di mantenersi in gioco nel proprio campo di competenza (parlo per esperienza. Si può sbagliare nel ritenersi insoddisfatti del livello retributivo, quando in ballo c'è il proprio futuro lavorativo).
Questa è la chiave di volta.
Più facile a dirsi che a farsi, ma è tutto qui: coerenza.

Nessun commento:

Posta un commento