Questo pupazzetto non ci rappresenta, ma esprime lo stato d'animo della precarietà,
a cui non Vogliamo Assomigliare ...
la scelta è ... In Direzione Ostinata e Contraria
D.O.C.









sabato 21 marzo 2009

ESSERE O NON ESSERE

Un matematico risponderebbe: condizione necessaria ma non sufficiente.

Essere bravi, troppo bravi produce un paradosso: disturba gli equilibri aziendali.
Da una parte si è stimolati a fare di più, per essere assunti ( il riferimento è sempre al contratto temporaneo), dall'altra occorre fare attenzione ai rapporti interpersonali, perché una condotta troppo efficiente può scatenare una reazione da parte di "colleghi" che si sentono minacciati, e all'inizio questa situazione è la peggiore che si possa verificare.

Essere o non essere questo è il problema.

A volte è questione di fortuna più che di abilità.
L'arte della diplomazia può non bastare per sopravvivere.

Nessun commento:

Posta un commento